L'Unione Europea obbligherà gli utenti a scegliere un browser

La Commissione imporrà a chi acquista un computere nuovo di dichiarare il proprio browser preferito per evitare situazioni di monopolio. Così sostiene Microsoft, che si sta preparando a pagare una multa salata.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-01-2009]

Unione Europea Microsoft monopolio Internet Explor

L'accusa rivolta dall'Unione Europea a Microsoft (su istigazione di Opera) circa l'abuso di posizione dominante per mezzo di Internet Explorer rischia di trasformarsi in una vicenda contorta che alla fine porterà solo maggior confusione agli utenti.

Microsoft ha fatto sapere che la Commissione sta pensando di obbligare gli utenti a scegliere un browser quando comprano un computer nuovo. In pratica ogni venditore, ricevendo l'ordine, dovrebbe chiedere all'utente quale software desideri e installarlo.

In questo modo - e con una multa "significativa" che Redmond già si aspetta - si porrebbe subito rimedio all'abuso emerso dall'indagine preliminare, ma la cosa potrebbe non fermarsi qui.

Secondo Microsoft, la Commissione potrebbe magnanimamente decidere di lasciare Internet Explorer integrato in Windows ma imporre che sui Pc debbano essere installati anche i browser alternativi, così da mettere gli utenti in condizione di poter scegliere.

L'azienda di Redmond dovrebbre poi eliminare "del non meglio specificato codice di Internet Explorer" per evitare che IE si presenti come browser predefinito anche qualora gli utenti abbiano scelto altro.

Questa decisione porterebbe a conseguenze interessanti. Se Internet Explorer non deve più farsi vedere nemmeno per sbaglio - una volta che è stato coscientemente rifiutato - occorrerà per esempio ripensare Windows Update, che non va molto d'accordo con Firefox, Opera e compagni.

Oppure Microsoft potrebbe creare - qualora prevalga la linea dura in Europa, i cui occhi sensibili si feriscono nel vedere Windows con IE preinstallato - un wizard che permetta di installare e scaricare un browser qualsiasi, allo stesso modo in cui funzionano i vari gestori di pacchetti per Linux. Anche perché, se si leva Internet Explorer da Windows, come si fa a scaricare un browser?

In ogni caso, sia che il compito di fornire le alternative venga assegnato agli Oem sia che debba pensarci Microsoft, resta il problema di come decidere quali browser includere nella lista da sottoporre all'utente.

Firefox, Opera, Safari (sulla cui onnipresenza in Os X ci sarebbe da discutere se solo Apple avesse una posizione dominante di cui abusare) sembrano scelte ovvie, ma esistono anche altri programmi minoritari che in teoria avrebbero gli stessi diritti di essere inclusi.

Gli effetti di tutta questa discussione rischiano soltanto di complicare la vita agli utenti, cui generalmente basta puntare Internet Explorer su mozilla.com, scaricare Firefox e dimenticarsi l'intera faccenda.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 23)

Ari-concordo :lol:. Leggi tutto
29-8-2009 01:16

Per carità, anche questa cosa mi sta bene! Io volevo sottolineare che chi dice che allora anche osx e le distro linux fanno lo stesso, sbaglia! L'importante è che uno non si ritrovi una scatola chiusa senza poter decidere nulla. Non deve essere per forza possibile ribaltare il sistema operativo a proprio piacimento perchè allora uno... Leggi tutto
28-8-2009 20:45

Potresti avere ragione :-k... ma l'idea di scegliere durante l'installazione tra un gruppo di browser in fin dei conti non mi dispiace :wink:. Leggi tutto
28-8-2009 19:49

Ultimamente anch'io sto migrando verso un tal utilizzo :D, tutto su una fichissima penneta criptata :!: Leggi tutto
28-8-2009 18:37

Può essere... personalmente io però ritengo che il problema non sia Interet Explorer in quanto pre-installato ma Internet-Explorer in quanto non disinstallabile senza compromettere il sistema. Sono contrario in generale al pre-installato ma se accetto windows non vuol dire che mi stia bene ie. Io usavo netscape, poi mozilla che ora si è... Leggi tutto
1-2-2009 21:55

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste professioni obsolete secondo te ha ancora un futuro?
Agente di viaggio. C'è ancora qualcuno che prenota le vacanze in agenzia? (Parrebbe di sì)
Cassiera di supermercato. Sostituita dalle casse automatiche e dalla spesa online. (Ma i clienti rimangono affezionati al vecchio sistema)
Centralinista. Sostituito dai centralini digitali. (Eppure resiste in molte aziende)
Data entry. Mai sentito parlare di scanner e OCR? (Invece c'è chi inserisce ancora tutto a mano)
Dattilografo. I dirigenti moderni gestiscono il proprio blog, non dettano più gli appunti a una segretaria; al massimo usano il riconoscimento vocale. (Ma esistono davvero dirigenti... moderni?)
Impiegato di banca allo sportello. Con i conti online è una figura sempre meno utile. (Però in banca tutti lo cercano)
Giornalista. Con Google News, Facebook, Twitter e i blog, c'è ancora bisogno di loro? (Almeno dei migliori, evidentemente sì)
Postino. Con la posta elettronica, la posta tradizionale va diminuendo sempre più. (Ma ci vuole sempre qualcuno che la consegni)

Mostra i risultati (2525 voti)
Gennaio 2021
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Tutti gli Arretrati


web metrics