Telefonini, si va verso il caricabatterie universale

Il Commissario Europeo all'Industria lo pretende, Gsma è d'accordo. Solo Eicta si oppone, parlando di insuperabili problemi tecnici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-02-2009]

Caricabatterie universali cellulari Verheugen

A parte la European Information & Communications Technology Industry Association, che pure riunisce anche compagnie che in questo caso non ne condividono le posizioni, tutti sembrano d'accordo: i tempi sono maturi per realizzare un caricabatterie universale per cellulari.

Se ne parla già da un po' e, oltre a parlarne, l'Unione Europea ha già anche mosso i primi passi grazie al lavoro del Commissario all'Industria Günter Verheugen. Ora la proposta incassa anche l'appoggio della Gsm Association, l'organizzatrice del Mobile World Congress che si sta tenendo in questi giorni a Barcellona.

La Gsma è convinta che entro il gennaio del 2012 la maggior parte dei telefonini userà il caricabatterie universale, al quale si collegherà tramite un connettore Micro-Usb.

I vantaggi andranno dal minor impatto ambientale - non sarà più necessario buttare il caricabatterie quando si cambierà il cellulare, che potrà essere venduto anche privo dell'accessorio oggi indispensabile per via dell'incompatibilità tra case e modelli diversi - a una vita più semplice per gli utenti, che potranno usare qualunque caricabatterie abbiano sotto mano.

Nokia si dice particolarmente affascinata dalla possibilità di ridurre i rifiuti, anche se non è ancora in grado di far sapere quando produrrà il primo esemplare del proprio caricabatterie universale. Ipotizza però che, almeno inizialmente, offrirà sia quello di nuova concezione che quello tradizionale, per agevolare il passaggio.

La Gsma è ancora più ottimista, essendo convinta che entro la fine dell'anno appariranno già i primi esemplari dei nuovi dispositivi, mentre il Commissario Verheugen non può che essere contento di tutto questo movimento.

In una recente intervista, infatti, ha affermato di aver esaurito la pazienza nei confronti dei produttori di telefonini, che sembravano non decidersi ad accordarsi per l'adozione di un unico standard, e di avere in programma anche "misure severe" qualora non dessero segni di ravvedimento.

Le minacce del Commissario o la buona volontà degli operatori renderanno possibile il piccolo miracolo, mentre resta sola a pestare i piedi la Eicta che, per bocca di Tony Graziano, considera il caricabatterie universale "legalmente e tecnicamente impossibile".

Il motivo di tanta perentorietà sarebbe la differenza tra i voltaggi adottati dai diversi Paesi dell'Unione, una differenza che evidentemente appare alla Eicta insanabile e neppure aggirabile tramite accorgimenti tecnici.

Forse, più realisticamente, l'associazione mira a difendere il lucroso mercato degli accessori per cellulari, unico vero motivo per cui esistono tanti "standard" differenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La UE ci riprova col caricabatterie unico

Commenti all'articolo (4)

Eppure io mi ricordo benissimo un caricatore Nokia con tre contatti.. come se oltre la tensione di carica portasse un qualche altro segnale al telefonino. O, al contrario, il telefono trasmettesse qualcosa al caricatore, per esempio un segnale di spegnimento. Una cosa di cui sono sicurissimo -avendo abilitato il menu nascosto del... Leggi tutto
18-2-2009 12:55

Voltaggi diversi all'interno dell'UE ???? Leggi tutto
18-2-2009 12:11

La riserva indiana Leggi tutto
18-2-2009 12:08

lo standard usb prevede 5V, quali motivazioni tecniche possono addurre per una simile stupidaggine ? Se dispongo di un adattatore accendisigari/usb, posso utilizzarlo in automobile (12V), o a casa tramite un adattatore rete/accendisigari (che puo' essere 110V, 220V o qualsiasi altro voltaggio utilizzato nei vari paesi). Leggi tutto
18-2-2009 09:15

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai cambiato fornitore di banda larga (ADSL o fibra ottica) negli ultimi 5 anni?
Sì, una volta
Sì, più di una volta
No, ma lo farò nei prossimi 12 mesi
No, e non lo voglio fare

Mostra i risultati (1694 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 settembre


web metrics