Dell e Psion litigano per il "netbook"

L'azienda canadese vorrebbe vietare l'uso del marchio da lei registrato nel 2000 ma la rivale texana sostiene che ormai è diventato un termine generico.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-02-2009]

Dell marchio Netbook Psion

Nel 2000 Psion registrò il marchio "Netbook" per indicare una serie di laptop. Poi, a quanto pare, se ne dimenticò fino a poco tempo fa, quando iniziò a protestare con i produttori di ultraportatili per l'uso a suo dire improprio che facevano del termine.

Oggigiorno tutti sanno che cos'è un netbook: dall'Asus Eee Pc in avanti se ne ha un'idea abbastanza chiara e comune, che sfortunatamente nessuno riesce ad associare a Psion. Se il marchio è ancora valido, però, all'orizzonte appaiono seri problemi per tutti i produttori di ultraportatili.

Per scongiurare questa eventualità, Dell ha indirizzato un richiesta di cancellazione del marchio "Netbook" all'Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti.

Secondo l'azienda, Psion avrebbe abbandonato il marchio in questione: tanto per cominciare, non ha un prodotto etichettato come "Netbook", né pare intenzionata a introdurne.

Inoltre, la società canadese avrebbe mentito quando giurò che aveva usato il marchio "Netbook" per cinque anni consecutivi: per questo potrebbe essere accusata di frode.

Infine, ormai il termine netbook è diventato generico e d'uso comune per indicare notebook dalle dimensioni ridotte, dal prezzo contenuto e realizzati da molti produttori diversi.

Gli interessi di Dell nel fermare le pretese di Psion sono chiari; ciò che stupisce è invece la decisione di intraprendere una battaglia come questa - che se vinta avrà ricadute positive anche per gli altri produttori di netbook - in solitaria.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

nuovi orizzonti dalla legge Leggi tutto
21-2-2009 20:29

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Annunci come quello di NVIDIA sull'appliance GRID per il Cloud gaming suggeriscono che il fenomeno stia acquisendo rilevanza, ma storie di insuccesso come OnLive sembrano indicare mancanza di trazione tra gli utenti. Hai qualche esperienza in merito?
Sý, e sono stato soddisfatto
Sý, ma sono rimasto deluso
No, ma penso che possa avere successo
No, e fallirÓ perchÚ ci sono alternative pi¨ interessanti per videogiocare

Mostra i risultati (211 voti)
Giugno 2023
Pirati del web in lutto: Rarbg chiude per sempre
Venti di tecnocontrollo in Spagna
Maggio 2023
Stack Overflow è la prima vittima della IA
WhatsApp, ora i messaggi si possono modificare dopo l'invio
HP e l'aggiornamento che rende inutilizzabili le stampanti
Windows 10 21H2, aggiornamento forzato in vista
Google Chrome dirà addio al lucchetto da settembre
WhatsApp accede di nascosto al microfono. Solo un bug di Android?
Western Digital agli utenti: gli hacker hanno i vostri dati
Il “Padrino della IA” lascia Google per avvertire il mondo dei pericoli
Aprile 2023
WhatsApp introduce il supporto a più smartphone
La UE metterà il naso negli algoritmi dei giganti del web
Con la vendita della Rete TIM avremo le tariffe più alte
Windows 11 in versione live
Western Digital violata, sottratti 10 Tbyte di dati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 giugno


web metrics