Microsoft abbandona Money

Dal 30 giugno cesserà la disponibilità del software per gestire i bilanci familiari, che sarà supportato fino al gennaio del 2011.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-06-2009]

Dopo Flight Simulator ed Encarta, Microsoft chiude un altro storico software: Money, l'applicativo per la gestione del bilancio familiare la cui ultima versione risale al 2007 (ma solo negli Usa, mentre in Italia l'ultima è del 2000).

Dal 30 giugno non sarà più possibile acquistarlo e in ogni caso andrà attivato entro il 31 gennaio 2011; a partire da quella data cesserà il supporto all'online banking.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Sinceramente non trovo motivi per guardarmi intorno, mi trovo bene e non ho riscontrato problemi di sorta: l'ultima patch che ho installato risale a diversi anni fa. :wink:
15-6-2009 09:43

Dovrebbe essere un bug di sicurezza, di più non saprei (Money in Italia è una rarità) dirti in quanto è roba vecchia (2000) che spero tu abbia patch-ato. :cry: Bè è ora di guardarti attorno :roll: Ciao Leggi tutto
15-6-2009 09:32

La mia è una copia originale che mi sono ritrovato in mano, sinceramente di spendere altri soldi non ne ho voglia, e comunque mi pare che sia l'ultima disponibile per il mercato italiano. Quanto ai bugs, io non ne ho riscontrati.
15-6-2009 00:42

Il 2000 ! :shock: Non sai che la Microsoft da tempo consiglia caldamente di passare alle versione più aggiornate ? Fai una ricerca con Google (su MS hanno cancellato da tempo le pagine) "bug money 2000" se non ci credi ! Dopo questa notizia capisci ora "solito sarcasmo triro e ritrito" :whistle: Ciao Leggi tutto
15-6-2009 00:22

Io invece uso Money 2000 e mi trovo piuttosto bene: sincronizzo i dati automaticamente con la mia banca ed ho abbandonato il supporto cartaceo da un bel pezzo. Ora mi chiedo, è mai possibile riuscire a commentare una notizia riguardante Microsoft senza sciorinare il solito sarcasmo triro e ritrito...? :roll:
14-6-2009 23:15

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1853 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 14 agosto


web metrics