L'epica del tergicristalli a intermittenza

Esce al cinema Flash of Genius, l'ennesimo sogno americano che si fonda sulla proprietà intellettuale. Ma dove è finito il vecchio lavoro serio, onesto e noioso?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-08-2009]

Locandina del film

Nelle sale, in queste calde giornate estive, il film Flash of Genius è uno dei pochi a cercare di arginare lo strapotere di Harry Potter. Cosa avrà mai generato la mente superiore del genio in questione, vi domanderete. Se pensate a qualcosa di complicato e geniale, siete fuori strada: si tratta semplicemente di un interruttore temporizzato da applicare al tergicristalli.

Robert Kearns, l'inventore, spende parte della vita a combattere contro la Ford, che gli ha ciulato l'idea. Gliene capitano di ogni genere: viene lasciato dalla moglie, ha problemi di sanità mentale, perde la fiducia dei figli, ma vuole portare il gigante in tribunale, rifiutando ogni patteggiamento o assegno di sottobanco.

I soggettisti di Hollywood non sanno più cosa inventare, così qualcuno ha pensato bene di romanzare le gesta dell'ideatore del tergicristalli a intermittenza, un soggetto non esattamente spettacolare per un film. E infatti il film è una palla, ma non è di questo che vogliamo parlare.

Il protagonista, questo Erin Brockovich in brache di flanella, per quale ideale combatte? Il denaro, la tranquillità economica non gli interessano: lui vuole solo giustizia. La Ford deve riconoscere che l'idea dei tergicristalli che vanno ora sì, ora no, ora sì, ora no, è sua.

Intendiamoci, tra un inventore strampalato e una multinazionale dell'auto, facciamo il tifo per Kearns tutta la vita! Ma è interessante capire cosa spinga una persona che ha avuto un'idea banale, probabilmente tra un rutto e l'altro di un'ubriacatura molesta, a fare il diavolo a quattro per farsi riconoscere la paternità dell'idea.

La proprietà intellettuale è strettamente legata al sogno americano: tutti ce la possono fare, anche chi inventa cose ovvie o già esistenti. Basta essere veloci nel brevettare e zac! le multinazionali faranno la coda per pagarti le royalty. Il brevetto non serve a tutelare ricerche lunghe e meticolose, investimenti cospicui e cose pallose del genere: ti viene in mente un'idea e la brevetti, tutto qua.

Zeus News ha già parlato dell'ideologia della proprietà intellettuale, citando il film About a boy, il cui protagonista (l'antipatico Hugh Grant) vive a sbafo dei diritti d'autore di un jingle natalizio, composto nel 1958 da suo padre, non lavorando e facendo il vitellone in giro per Londra, tra negozi di lusso e locali alla moda.

Il sogno dell'idea geniale, che ti può regalare fama e tranquillità economica senza fare fatica, fa parte ormai della nostra cultura: lo troviamo nel cinema, nella letteratura e nella vita di tutti i giorni. Poco importa se è lontano dalla realtà: tutti i geni, compresi Leonardo e Einstein, furono grandi sgobboni.

Come scrivemmo allora, il lavoro serio, onesto, noioso, non piace a molti. È disdicevole, faticoso, avvilente, guadagnarsi la pagnotta redigendo modelli 740, consegnando pacchi o avvitando bulloni. Meglio, molto meglio, stare sdraiati al sole in una spaggia tropicale, mentre si contano i soldi guadagnati taglieggiando gli acquirenti del tergicristallo a intermittenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La macchina di Anticitera
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 20)

E tutto vero :incupito:.. questo pessimo modo di pensare sta dilagando sempre più :? (vedasi grande fratello e soci)..., ma la storia del film è diversa. Il tizio ha avuto una mezza idea (di più non riesco a considerarla) e la Ford l'ha sfruttata appropriandosene, il tizio non ha cercato di estorcere denaro dalla "povera ed... Leggi tutto
6-9-2009 00:22

Cosa c'entra il nazismo con il brevetto non lo riesco ancora a comprendere? Poi con egualitarismo credo che tu intenda riferirti allo stato sovietico governato dal partito comunista? Vorrei informarti allora che egualitarismo e comunismo non sono esattamente la stessa cosa, ma nemmeno vicinamente, solo alla lontana. Ma definire che... Leggi tutto
18-8-2009 15:48

Le semplificazioni, i paragoni, gli accostamenti per apparenti similitudini sono spesso eleganti, gratificanti e all'apparenza omnicomprensive ma sono e restano semplificazioni. L'egualitarismo non può essere compresso in un concetto di devianza ideologica, politica e psicologica come quella che ha generato e fatto "ben... Leggi tutto
15-8-2009 09:54

Attenzione il troppo stroppia si da una parte che dall'altra e del resto era proprio il nazismo un ideologia fondata sul diverso. :shock: :? Fin adesso nessuno fa saponette le persone per egualitarismo ... Pertanto non mi risulta peggiore del nazismo. :roll: :twisted: Ciao Leggi tutto
15-8-2009 04:00

{roberto}
L'utopia dell'egualitarismo ha creato più danni e generato più crimini del nazismo. Ma troppi (soprattutto in Italia), sembrano non volerlo accettare.Sono d'accordo che troppi sogni sono buttati lì per illudere la gente: anche internet è un grande sogno con il quale molti credono di potersi arricchire, perché in sette ce... Leggi tutto
13-8-2009 16:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa fai quanto ricevi una richiesta d'amicizia da una persona che non conosci?
Di solito accetto tutte le richieste d'amicizia. Più amici ho, meglio è
Accetto l'amicizia solo di persone con cui ho conoscenze in comune
Sui social, aggiungo come amici solo le persone che conosco personalmente

Mostra i risultati (1114 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 dicembre


web metrics