Red Hat scommette sul cloud computing

L'azienda è convinta che l'unione tra cloud e archiettura x86 rappresenti il futuro dell'IT, e per questo è ben disposta a collaborare anche con Microsoft.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-10-2009]

Red Hat cloud computing x86 Microsoft

Secondo Brian Stevens, Chief Technology Officer di Red Hat apparso al Red Hat Summit di Chicago, il cloud computing rappresenterà la chiave del successo definitivo della piattaforma x86: la tendenza a usare questa tecnologia è principalmente guidata dal forte desiderio dei clienti cloud di utilizzare hardware e software standard.

La conseguenza di tutto ciò, secondo alcuni, è che che un'ulteriore adozione dell'architettura x86 accelererà il declino della piattaforma RISC/UNIX. La continua espansione del cloud computing, insomma, potrebbe presto mietere qualche vittima.

Nonostante il successo della "nuvola", secondo Red Hat stanno tuttavia diventando anche molto palesi le barriere poste alla diffusione su larga scala dei benefici del cloud, e uno dei principali ostacoli ha a che fare con gli standard: finché gli standard non saranno stabiliti e riconosciuti dai cloud service provider, i clienti dovranno limitare l'utilizzo del cloud computing, riducendone il suo potenziale valore.

Red Hat ha avviato una collaborazione con Microsoft affinché Red Hat Enterprise Linux e Microsoft Windows possano essere utilizzati insieme come host o guest sfruttando le attuali tecnologie di virtualizzazione, e siano supportati integralmente da entrambe le aziende: ciò apre una nuova opportunità a quei clienti che desiderano utilizzare i due sistemi, insieme e cooperanti, sui propri cloud privati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il fondatore di Microsoft ha chiesto all'UE di rendere pi difficili gli ingressi in Europa ai migranti africani che cercano di raggiungere il continente attraverso le attuali rotte di passaggio. Sei d'accordo?
S.
No.

Mostra i risultati (1903 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 dicembre


web metrics