La Francia impone uno stop a Google Books

Secondo il Tribunale, la digitalizzazione dei libri viola il copyright: Google deve pagare una multa e togliere dalla Rete le opere già presenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-12-2009]

Francia no a Google Books multa copyright

Con una sentenza emessa dal Tribunale di Parigi, la Francia ha detto no a Google Books bloccando la possibilità che il materiale già digitalizzato sia ancora fruibile online.

La società editrice La Martinière ha ottenuto la vittoria nel processo contro Google, in cui la società di Mountain View ha dovuto difendersi - inutilmente - dall'accusa di violare il copyright degli autori francesi mettendo online le loro opere, anche se si tratta solo di brevi estratti.

"Crediamo che dare accesso online a brani molto corti sia in linea con il diritto d'autore" ha dichiarato l'avvocato Benjamin du Chauffaut, difensore di Google, che si prepara a ricorrere in appello.

Sebbene la vicenda legale non sia ancora conclusa, la decisione del tribunale è immediatamente esecutiva: Google deve pagare 300.000 euro di danni e interessi e porre fine all'attività di riproduzione del materiale francese protetto da copyright, oltre a togliere da Internet il materiale già digitalizzato.

"Gli utenti francesi saranno i soli a venir privati di gran parte della loro eredità letteraria" ha detto ancora du Chauffaut, mentre la promotrice della causa e l'associazione degli editori festeggiano la vittoria con l'appoggio del presidente Sarkozy, il quale ha sempre espresso la propria preferenza per un programma di digitalizzazione pubblico, slegato dalle iniziative private.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

E hanno anche in mano ogni singolo masterizzatore? Disco USB o pennetta? Non esagerare. Il mio discorso e' che il copyright e' tecnicamente morto, con Internet strapuzza di cadavere ma anche senza messo tanto bene non e'. SI DEVONO ARRENDERE. Possono inventarsi una tassa aggiuntiva sulle connessioni ADSL o qualche diavoleria ma DRM e... Leggi tutto
30-12-2009 21:52

Tu dimentichi che l'infrastruttura fisica di internet Ŕ comunque in mano a questi poteri "forti" e ai governi, il giorno che vedessero pendere la bilancia "costo"-- beneficio a loro sfavore, quanto pensi ci metterebbero a chiudere baracca e burattini o quantomeno a rendere la rete una struttura utilizzabile SOLO per... Leggi tutto
30-12-2009 19:53

Consoliamoci, piu' picchiano e piu' dimostrano di trovarsi stretti all'angolo. L'attuale sistema del copyright nel mondo dell'informazione con costi copie pari a quasi 0 e' da macero. Non e' che non si voglia retribuire gli autori ma devono escogitare qualcosa di meno folle e legato a un mondo del tutto diverso. Gli autori se ne... Leggi tutto
30-12-2009 16:17

Tra l'altro non si capisce bene per cosa Ŕ stata condannata Google. Se si tratta di pubblicazione on-line di interi libri Ŕ un conto (qui la violazione del diritto d'autore pu˛ anche starci). Ma se si tratta della pubblicazione di stralci, bisognerebbe definire meglio i termini del problema. Ad esempio se io adesso riporto virgolettate... Leggi tutto
21-12-2009 14:06

3 commenti interessanti e perfetti nella loro sinteticitÓ! :ok!: :complimenti:
21-12-2009 13:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste previsioni ritieni che diventerÓ realtÓ per prima?
Si potranno trapiantare organi di ricambio cresciuti in laboratorio.
I computer svilupperanno capacitÓ creative, riuscendo a creare vere opere d'arte senza intervento umano.
Il teletrasporto delle persone diventerÓ realtÓ.
Su Marte e sui pianeti abitabili si costruiranno colonie nelle quali si potrÓ vivere per lunghi periodi.
Riusciremo a controllare il tempo atmosferico, cancellando siccitÓ, inondazioni e catastrofi naturali.

Mostra i risultati (2058 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics