L'Italia oscura di nuovo The Pirate Bay

Il tribunale di Bergamo ha ordinato nuovamente agli Isp di bloccare il sito.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-02-2010]

Pirate Bay nuovo oscuramento Bergamo Cassazione

Dopo l'annullamento del dissequestro di The Pirate Bay da parte della Corte di Cassazione, era solo questione di tempo prima che si arrivasse a un nuovo oscuramento dell'ex tracker BitTorrent.

La Cassazione aveva stabilito che è possibile costringere i provider a bloccare i siti che ospitano o forniscono link a materiale illegali, anche se stranieri; seguendo queste stessa linea di ragionamento il tribunale di Bergamo ha imposto il blocco della Baia.

Gli avvocati di The Pirate Bay - Giovanni Battista Gallus, Giuseppe Campanelli e Francesco Micozzi - stanno valutando se rivolgersi alla Cassazione o alla Corte di Giustizia Europea ma, nel frattempo, l'oscuramento ha avuto inizio: al momento in cui scriviamo il sito è ancora per lo più raggiungibile, ma presto i provider ne bloccheranno l'accesso.

Per i pirati italiani, probabilmente cambierà poco: invece che rivolgersi alla Baia - magari in attesa di un nuovo dissequestro - visiteranno altri siti o troveranno il modo di aggirare il blocco.

In linea di principio, invece, la questione è più seria: The Pirate Bay non fornisce direttamente i contenuti, ma solo i link; è questa una linea di difesa nota, che paragona il tracker ai motori di ricerca, facendone sostanzialmente un intermediario.

Se passa il principio per cui gli intermediari sono responsabili, qualunque servizio - da Google a YouTube, per fare solo due esempi - è potenzialmente in pericolo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Sequestrati i server di The Pirate Bay

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

Per poter accedere alla baia esistono diversi sistemi che utilizzano proxy: OperaTor (vecchia versione)[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/55488]JonDoFox[/url] (per Firefox) [url=http://forum.zeusnews.com/link/55489]UltraSurf (per IE o Firefox)
5-8-2010 23:03

Io non lo uso ma esistono i mirror dedicati, ma sono "ballerini" per ovvi motivi. Hanno per˛ spostato i server presso (se non erro) il parlamento Svedese... Dunque Ŕ violazione delle norme internazionali impedire questi accessi. Dunque diventerÓ nulla qualsiasi decisione dei giudici se non proprio un reato UE. Dunque,... Leggi tutto
5-8-2010 18:13

Qual Ŕ la situazione adesso? Si puo' ancora accedere a The Pirate Bay usando opportuni Dns? E quali? Oppure come si puo' fare?
5-8-2010 16:41

{Carlo}
Carloef,esistono reati più o meno gravi. E questo è ovvio.Ma il principio camorristico è quello di essere sopra e oltre la legge, a discapito della comunità.Esattamente come chi ritiene che violare il "diritto degli autori" (così differenziamo il concetto dalla attuale legge sul diritto d'autore...) sia... Leggi tutto
10-2-2010 11:05

Non solo! E' un caso rarissimo (Ŕ obbligato dalla "vita") che un inventore o un autore guadagni nel tempo, di solito vende questo ad un commerciale che Ŕ poi lui che guadagna sui copyright in maniera parassita. Spessissimo questi inventori/autori son morti poveri e/o ignorati. I pochissimi che hanno rotto questo... Leggi tutto
9-2-2010 22:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto usi il tablet?
Molto. Ce l'ho sempre con me.
Almeno una volta al giorno.
Non tutti i giorni.
Raramente.
Non lo uso quasi mai.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (2066 voti)
Gennaio 2020
Cooler Master: addio siringhe, ma la pasta termica non è una droga
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Tutti gli Arretrati


web metrics