Il caricabatterie universale per le auto elettriche

Nasce Chademo: i maggiori produttori di auto elettriche si accordano per progettare delle stazioni di ricarica "universali".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-04-2010]

Chademo auto elettriche standard

Forse un giorno useremo tutti auto elettriche, che non avranno emissioni nocive per l'atmosfera e ci fermeremo alle stazioni di ricarica rapida allo stesso modo in cui oggi facciamo il pieno dai benzinai.

Su questo idilliaco futuro pende una sola minaccia: che le auto elettriche facciano la fine dei telefonini cellulari, categoria di oggetti in cui ogni modello ha un proprio spinotto assolutamente incompatibile non solo con quelli ideati dai produttori concorrenti, ma anche da quelli adottati sugli altri modelli della stessa casa.

Per risolvere il problema dei telefonini c'è voluto un intervento dell'Unione Europea; per le auto elettriche si stanno invece muovendo i produttori stessi, capeggiati da Nissan e Toyota.

Le due aziende hanno creato un gruppo - cui si sono aggiunte aziende come Mitsubishi e Fuji Heavy Industries (che possiede il marchio Subaru) - battezzato Chademo per adottare uno standard univoco nella realizzazione delle stazioni di ricarica rapida (compresi voltaggio e i vari aspetti tecnici) e delle "spine" lì utilizzate, al fine di creare un'infrastruttura sfruttabile da ogni auto elettrica prodotta da qualunque azienda nel mondo.

Sono altre 158 le imprese che dovrebbero aderire presto a quest'iniziativa: tra esse ci sono nomi come PSA Peugeot Citroen, Enel e Endesa.

"Siamo in competizione quando si tratta delle prestazioni dei veicoli, ma dovremmo cooperare quando si parla di infrastrutture" ha spiegato Toshiyuki Shiga, Chief Operating Officer di Nissan.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La UE ci riprova col caricabatterie unico

Commenti all'articolo (2)

sei ben informato, non è che lavori allo ior? :wink: Leggi tutto
15-4-2010 02:22

{Francesco}
scoprite le carte! Leggi tutto
14-4-2010 13:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3933 voti)
Gennaio 2022
Nvidia e Arm, l'accordo è vicino a saltare
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 gennaio


web metrics