Global Wind Day, Italia in prima fila per l'eolico

L'energia prodotta con il vento è in crescita nel nostro Paese. Ma nuovi ostacoli potrebbero presto frenarne lo sviluppo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-06-2010]

Global Wind Day energia eolica Italia terza

Domani, 15 giugno, si celebra il Global Wind Day, la Giornata Mondiale del Vento.

Sostenuta dall'Associazione Europea dell'Energia Eolica e dal Consiglio Globale dell'Energia Eolica, la giornata si propone di far conoscere una tecnologia che può permettere di produrre energia elettrica in modo pulito, e spingere i governi ad accelerare la costruzione di impianti eolici.

In 35 Paesi sparsi in tutto il mondo sono previsti circa 300 eventi, che comprendono mostre, convegni, workshop, manifestazioni sportive e teatrali e l'apertura delle centrali per le visite del pubblico.

In Italia si terranno 24 manifestazioni pubbliche: di queste ben 22 nella sola città di Roma, mentre le rimanenti due saranno l'una in Campani a l'altra in Lombardia, a Campione del Garda.

Secondo l'Associazione Europea dell'Energia Eolica, proprio il nostro Paese sembra promettente per quanto riguarda lo sviluppo dell'energia ricavata dal vento: l'Italia si posiziona infatti al terzo posto nella classifica degli Stati stilata in base alla capacità installata nel 2009.

A guidare questa particolare classifica c'è - senza che la cosa meravigli - la Spagna, con l'installazione di impianti per 2459 MW; in seconda posizione c'è la Germania(1917 MW) e in terza, per l'appunto, l'Italia, con 1114 MW.

In dieci anni, dal 1999 al 2009, la capacità degli impianti eolici italiani è passata da 282,55 MW a 4844,80 MW; l'Europa stima di arrivare a una produzione complessiva, entro il 2020, di 230 GW, cui l'Italia contribuirà per 11,8 GW.

A frenare lo sviluppo ci sono fattori burocratici (occorrono tre o quattro anni per ottenere il permesso alla costruzione di una centrale eolica) e tecnici (in primis la presenza di una rete elettrica insufficiente, che in certe condizioni non è in grado di assorbire tutta l'energia prodotta e costringe allo spegnimento temporaneo dei generatori) e la minaccia di un decreto, in corso di elaborazione, che potrebbe creare grossi problemi alla costruzione di nuovi impianti.

Il decreto prevederebbe infatti il blocco dell'acquisto dei Certificati Verdi (ossia quei titoli negoziabili che corrispondono a un certo quantitativo di anidride carbonica, che ottiene chi produce energia emettendo meno CO2 rispetto alle centrali alimentate da fonti fossili e può rivendere a chi invece non rispetta i limiti sulle emissioni) da parte del Gestore dei Servizi Energetici, creando seri problemi al sostegno delle fonti di energia rinnovabile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Infatti IO non parlo dei risparmi CASALINGHI ma di quelli INDUSTRIALI! Gran parte degli uffici (che in Italia sono di maggioranza classe energetica G) hanno le luci accese per tutto il periodo lavorativo con la maggioranza del personale che tranquillamente potrebbe (si chiama telelavoro) lavorare in casa. Es.: L'intero palazzo... Leggi tutto
16-6-2010 21:25

Ops! Pensavo di aver messo un link e invece è venuta fuori una citazione :-)
16-6-2010 16:05

Leggi tutto
16-6-2010 13:51

Leggi tutto
16-6-2010 11:08

Non solo! Anche in Puglia, Basilicata, Sardegna... Il bello (cercate in rete se non ci credete) che poi questi "imprenditori" incoraggiavano le leggi anti-eolico (e organismi anti-eolico) per non avere concorrenti, ma soprattutto costringere chi era interessato ad investire nell'eolico ad avere la loro "assistenza".... Leggi tutto
15-6-2010 19:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
E' buona l'acqua del rubinetto?
Sì. La bevo quasi sempre.
No. Di solito bevo acqua in bottiglia.
Sì, ma di solito bevo acqua in bottiglia.

Mostra i risultati (5918 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics