L'Europa contro la Nutella, e la rivolta passa per Facebook

Una normativa europea vorrebbe limitare la pubblicità della Nutella e modificarne l'etichetta. La Ferrero si sente minacciata e chiama a raccolta il popolo della Rete.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-06-2010]

Facebook Nutella UE Ferrero pubblicità

L'Unione Europea dichiara guerra alla Nutella. Meglio: l'Unione Europea dichiara guerra alla pubblicità della Nutella, e il primo colpo proviene dal Parlamento di Bruxelles il quale ha dato una prima approvazione alla nuova normativa sulle informazioni nutrizionali e sugli spot.

La norma approvata verte sulla necessità di indicare chiaramente, sulle etichette degli alimenti, il contenuto di zuccheri, grassi, sale e il computo delle calorie fornite per ogni 100 grammi (o 100 millilitri, a seconda del prodotto), insieme a una tabella che riporti le linee guida sulle quantità giornaliere raccomandate.

Fin qui non c'è proprio nulla di allarmante: si tratta soltanto di variare un po' le etichette per introdurre le informazioni che Bruxelles ritiene indispensabili: l'indicazione chiara dei grassi presenti eviterà ai consumatori sprovveduti di acquistare un barattolone di crema gianduia nella convinzione che si tratti di un prodotto dimagrante.

Ciò che invece preoccupa la Ferrero - società che produce la Nutella, e che si è espressa per bocca del proprio vicepresidente Francesco Paolo Fulci - sono i divieti imposti dalla stessa normativa alla pubblicità di prodotti che superano determinate quantità di grassi, zuccheri e sale.

Nella fattispecie si tratta degli alimenti che sono formati da più di 10 grammi di zucchero, 4 grammi di grasso e 2 milligrammi di sale ogni 100 grammi di prodotto: valori che la Nutella supera, e che a quanto pare ne impedirebbero la pubblicizzazione.

Addio dunque a slogan del tipo "Che mondo sarebbe senza Nutella", ma i barattoli in sé resterebbero al loro posto sugli scaffali e nelle dispense dei molti estimatori della crema alla nocciola.

In ogni caso la protesta contro le nuove norme è già partita: coinvolge eurodeputati di ogni schieramento e politici italiani a partire dal Presidente del Piemonte Roberto Cota, il quale tiene a far sentire tutto il proprio sostegno all'azienda che ha sede nella sua regione, fino al viceministro Roberto Castelli, fondatore del comitato Giù le mani dalla nutella.

Naturalmente il mezzo principe scelto dagli oppositori per far sentire la propria voce non poteva che essere Facebook, dove spuntano come funghi i gruppi in difesa dell'amato dolce e la fan page ufficiale della Nutella conta più di un milione di iscritti.

Più serie le parole di Fulci - tra l'altro ex ambasciatore all'Onu - che teme le manie di omologazione che ogni tanto spuntano in Belgio, dove i politici sembrano voler incasellare ogni alimento secondo una deriva salutista che un giorno "ci farà scrivere come sulle sigarette: 'Attenti, è pericolosa, favorisce l'obesità', o magari ci metteranno delle tasse fortissime".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 19)

Eccellente sintesi. Leggi tutto
4-7-2010 10:10

Ciao, in rete gira questo dossier sulle frottole del signoraggio: digilander.libero.it/togiga/signoraggio.pdf e un gruppo facebook che debunkera le sciocchezze dei complottisti: www.facebook.com/pages/Signoraggio-informazione-corretta/279217954594 la teoria del complotto del signoraggio è una bufala di stampo neonazista... Leggi tutto
4-7-2010 03:17

Si guarda tutto! Ricordiamoci che i problemi della Pizza, del vero Cioccolato, quote latte e altri è dovuto al fatto che i NOSTRI Parlamentari Europei erano assenti o addirittura FAVOREVOLI! Già perchè le decisioni UE sono fatte anche dai NOSTRI parlamentari che NOI abbiamo eletto! Ciao Leggi tutto
22-6-2010 20:32

il signoraggio è una bufala Leggi tutto
22-6-2010 20:24

La Ferrero chiama a raccolta la Rete? Bene, e quanto mi pagano? :wink:
21-6-2010 17:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dove guardi le tue serie Tv preferite?
Alla TV
Sul PC
Sul tablet
Sullo smartphone

Mostra i risultati (2362 voti)
Luglio 2020
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
Tutti gli Arretrati


web metrics