Il Blog di Franco Carlini

Chi non conosce Franco Carlini? Non sappiamo se gli piacerebbe essere definito "Guru del web", ma è certamente uno degli opinion leader più autorevoli della cultura digitale italiana, nonché un giornalista curiosissimo, indipendente e anticonformista. Oggi lancia una sua nuova iniziativa editoriale on line: Tel&Co, un Blog dedicato al mondo wireless.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-06-2002]

Franco Carlini è un giornalista noto per sue lucide analisi sul mondo della New Economy, vista al di là di trucchi ed effetti speciali, delle sue brillanti ed appassionate riflessioni sui problemi sociali e politici della società dell'informazione. Può essere paragonato ad altri opinion maker di livello internazionale come Negroponte e Giussani, ma ha un più di indipendenza, di rifiuto di appiattirsi e di appiattire la Rete sul "pensiero unico" che ha come unico orizzonte il mercato ed il profitto. E lo dimostra con i suoi corsivi "Chips & Salsa" che appaiono, da anni, sul quotidiano Il Manifesto e con i suoi brevi ma succosi articoli sul Corriere della Sera e sull'Espresso. Ha fondato la società di giornalismo on line Totem che è il content provider per le notizie di attualità sul mondo delle Tlc del sito di Telecom Italia. Oggi da Totem nasce Tel&Co, il primo Blog italiano dedicato al Wireless.

Tel&Co viene definito come "il figlio di Radar", cioè della rassegna stampa quotidiana sul mondo delle Tlc, che dal 1998 appare sul sito di Vodafone Omnitel. La particolarità di questo nuovo sito è avere scelto lo stile originale ed innovativo dei Blog, un nuovo genere letterario della Rete che sta andando sempre più di moda, a metà strada tra il sito Web, il diario personale e il Forum.

In Tel&Co i lettori, oltre a trovare una rassegna stampa con opinioni di esperti, potranno segnalare essi stessi le news, inserendo considerazioni, segnalazioni ed integrazioni, commentabili a loro volta da altri utenti. Il tema del Blog è il Wireless, il mondo della telefonia mobile, dell'universo handheld, della cultura digitale, al rilancio del Bluetooth. In questa nuova avventura editoriale Franco Carlini è affiancato da Luciano Lombardi, oltre a una redazione con molte presenze femminili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilitÓ di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttivitÓ e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1284 voti)
Luglio 2021
Rinunciare allo smartphone
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 luglio


web metrics