Ennesima falla in Internet Explorer 8

Pare che sia nota fin dal 2008, ma nessuno si è mai preoccupato di correggerla. Microsoft tace.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-09-2010]

msb

Secondo un esperto in sicurezza ed ex dipendente Microsoft, c'è una falla in Internet Explorer 8 nota sin dal 2008 ma nessuno si è curato di correggerla.

Ancora una volta Microsoft è sospettata di conoscere i difetti del proprio software e di ometterne la correzione; è una scelta che non solo continua a compromettere sempre più l'immagine del colosso di Redmond, ma può provocare seri danni, come ad esempio l'exploit dell'Explorer 6 che aveva permesso nel recente passato di attaccare alcune importanti industrie americane tra cui Google.

Del resto, Microsoft è certo in buona compagnia, perché anche Novell e Symantec sarebbero sulla lista nera dei produttori di software che non si curano di eliminare i difetti di quanto vendono e si fanno pagare profumatamente; e spesso i ricercatori di malware sono costretti a pubblicare i risultati delle proprie indagini dopo aver invano allertato le software house interessate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Spiacente di contraddirti, ma i cretini/utonti sono in crescita. Tu non hai il polso vero della situazione. Prova a stare qualche giorno a contatto con il bolso pubblico, quello che compra negli iper e nemmeno conosce la differenza fra gli antivirus e poi vedi.... Leggi tutto
9-9-2010 09:53

Al mio paese si dice " Testa che non parla si chiama cucuzza" se Microsoft contenta della sua strategia di mercato sono fatti suoi ma questa sua forma di autolesionismo non so quanto ancora possa durare... oramai le persone sono molto pi " informatizzate " ragion per cui siamo liberi di scegliere qualsiasi altra... Leggi tutto
8-9-2010 13:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che rapporto hai con il backup? Con che frequenza lo fai?
Ogni giorno
Ogni settimana
Solo una volta al mese
Quando mi ricordo
Praticamente mai

Mostra i risultati (1579 voti)
Marzo 2019
WhatsApp in crisi, Telegram guadagna milioni di nuovi utenti
I portatili HP rischiano di prendere fuoco per colpa della batteria
La rete e il mercato dei guardoni
Effetto Iliad: Vodafone dichiara 1.130 esuberi
Google: C'è una falla in Windows 7, passate a Windows 10
Intelligenza artificiale genera volti, appartamenti, manga. E gattini
Falla in Word permette di aggirare i sistemi di sicurezza
Facebook: tutti possono trovarvi dal numero di telefono, anche nascosto
USB 4, velocità sino a 40 Gbit/s e tutti i benefici di Thunderbolt
Da Western Digital la microSD da 1 Tbyte più veloce del mondo
Febbraio 2019
A proposito di quell'intelligenza artificiale di OpenAI troppo pericolosa da pubblicare
Swatch contro Samsung: Ha copiato i nostri orologi
Servi dello smartphone che ci doveva servire
Azienda italiana lascia esposto online l'intero archivio clienti
WinRAR, falla vecchia di 14 anni minaccia 500 milioni di utenti
Tutti gli Arretrati


web metrics