I lavoratori BT Italia scioperano a Londra

Per protestare contro l'azienda che non vuole ritirare la cassa integrazione, i lavoratori italiani andranno in UK a manifestare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-09-2010]

Dopo il ben riuscito sciopero nazionale dei dipendenti BT Italia contro la messa in cassa integrazione di 200 lavoratori, più quelli che vi sono già da 1 anno, la direzione aziendale ha comunicato che non intende desistere accettando le proposte sindacali di riqualificazione professionale e l'eventuale ricollocazione interna.

Per questo Cgil, Cisl e Uil hanno deciso che entro la fine di ottobre si terrà una nuova giornata di sciopero nazionale, questa volta con una manifestazione nazionale.

Ma non sarà a Roma, bensì davanti alla sede di Londra di BT (ex British Telecom). Il provvedimento, secondo i rappresentanti dei lavoratori, colpisce la filiale italiana che è quella che in questi anni ha dato anche di più in termini di redditività al colosso inglese della telefonia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

La manifestazione avrà successo solo a patto che abbia visibilità mediatica sui mezzi di comunicazione di massa britannica, ove questo poi si rifletterà sul management brittanico, altrimenti in caso di silenzio, l'unico risultato conseguito solo con un aumento risibile del traffico passeggere da e verso le isole brittaniche :o
29-9-2010 15:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale stanza renderesti più smart per prima?
La camera da letto
La cucina
Il bagno / lavanderia
La sala

Mostra i risultati (948 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics