Cdm abolisce decreto Pisanu: Wi-Fi libero da gennaio

Il Consiglio dei ministri approva il pacchetto sicurezza. Dal primo gennaio le connessioni wireless saranno libere.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-11-2010]

Maroni abolisce decreto Pisanu Wi-Fi libero

Il Consiglio dei ministri ha approvato il cosiddetto Pacchetto sicurezza proposto dal ministro dell'Interno Maroni, preparando finalmente la pensione per il famigerato articolo 7 che bloccava lo sviluppo del Wi-Fi italiano.

Al 31 dicembre 2010, dunque, il decreto Pisanu non sarà rinnovato e si avvierà verso l'oblio mentre inizierà una nuova era di connessioni libere senza fili.

"Ho valutato che si possa procedere all'abolizione delle restrizioni del decreto Pisanu, che scade il 31 dicembre, e dal primo gennaio introduciamo la liberalizzazione dei collegamenti Wi-Fi attraverso gli smartphone" ha spiegato Maroni e la notizia è senz'altro positiva, anche se l'ultima precisazione - attraverso gli smartphone - suona un po' strana (sarà liberalizzato solo l'accesso Wi-Fi tramite gli smartphone? l'autenticazione avverrà tramite smartphone? e i telefonini normali?)

"Da qui a dicembre valuteremo quali siano gli adeguati standard di sicurezza" ha continuato Maroni "e dal primo gennaio i cittadini saranno liberi di collegarsi ai sistemi Wi-Fi senza le restrizioni introdotte cinque anni fa e che oggi sono superate dall'evoluzione tecnologica".

Sembra di poter dire con tranquillità che sparirà finalmente per gli utenti l'obbligo di esibire la carta d'identità e per i fornitori dell'accesso quello di "schedatura", mentre ancora nulla si sa sugli "adeguati standard" citati dal ministro che dovranno regolare l'accesso alle reti senza fili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Wi-Fi negli hotel, in Italia spesso si paga

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Maroni sembra riprendere la proposta dell'onorevole Cassinelli, che non intende eliminare l'obbligo di identificazione, m consentire un accesso anonimo come regola generale, fatta salva la facoltà della polizia di richiedere l'identificazione per determinati Internet Point o persone. le modalità tecniche saranno probabilmente lettori... Leggi tutto
7-11-2010 14:17

E' un PACCO sicurezza. Leggi tutto
6-11-2010 19:50

Basta aspettare un po' e vedremo che tutto si tradurrà nel solito spot elettorale da cinegiornale anni '30. :!:
6-11-2010 17:46

{Lucio Menci}
Ma ne siamo proprio sicuri? Mi risulta che del decreto pisanu sia stato abolito l'obbligo dei gestori di wifispot di fare la richiesta al questore, non di mantenere un registro aggiornato di tutti gli utenti connessi con riferimenti a documenti di identità...
6-11-2010 10:33

{max}
Liberalizzazione è una parola grossa Leggi tutto
6-11-2010 01:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1585 voti)
Settembre 2019
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Tutti gli Arretrati


web metrics