Google aumenta lo stipendio del 10% a tutti i dipendenti

Le 25.000 persone che lavorano per l'azienda vedranno crescere il loro salario. Paura di Facebook?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-11-2010]

Google aumenta stipendi 10% 25.000 dipendenti

"Vogliamo assicurarci che sentiate di essere ricompensati per il vostro duro lavoro. Vogliamo continuare ad attirare le persone migliori": con queste parole Eric Schmidt, CEO di Google, ha annunciato aumenti per tutti i dipendenti dell'azienda.

Ognuna delle 25.000 persone che lavorano per Google in tutto il mondo riceverà a partire dal primo gennaio 2011 un aumento del 10% sullo stipendio, e in aggiunta a ciò anche un bonus di 1.000 dollari.

"Siete voi ciò che rende grande quest'azienda" - ha scritto Schmidt nell'email che annuncia la gradita novità - "e il nostro obiettivo è riconoscere il vostro contribuito in un modo che per voi abbia importanza".

Ora più che mai per Google è importante che i dipendenti si sentano gratificati dal loro lavoro, perché recentemente l'azienda ha dovuto fare i conti con una fuga verso Facebook.

Non molti se ne sono andati, per la verità, ma si tratta comunque di elementi di alto profilo: per esempio Lars Rasmussen, uno degli ideatori di Google Maps e Wave, per esempio ha affermato di essere passato al social network perché gli sono state offerte condizioni economiche e di lavoro migliori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Mah, in realtà è così che dovrebbero andare le cose quando una società è in attivo.
13-11-2010 09:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il file di cui hai bisogno si trova su di un sito di file-sharing. Quando clicchi per scaricarlo, hai l'opzione di effettuare il download a velocità normale o di provare gratis il download ad alta velocità. Quale opzione scegli?
Utilizzo l'opzione velocità normale
Perché aspettare? Vado per l'opzione ad alta velocità
Scarico il file da un'altra fonte
Non uso questo genere di siti Internet

Mostra i risultati (1710 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics