Yahoo conferma i licenziamenti

L'azienda lascia a casa tra i 600 e i 700 dipendenti, pari al 5% del totale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-12-2010]

Yahoo conferma licenziamenti 600 700 persone

Sono passate alcune settimane da quando si è iniziato a parlare della possibilità di licenziamenti in Yahoo.

Ora la società ha pubblicamente confermato che diverse centinaia di dipendenti perderanno il posto di lavoro entro la fine dell'anno.

Tra le 600 e le 700 persone - pari al 5% dell'intera forza lavoro - stanno ricevendo in queste ore la lettera di licenziamento; per la maggior parte si tratta di dipendenti che lavorano nelle sedi americane dell'azienda.

Tutto ciò fa parte - spiega Yahoo - "della nostra strategia per riposizionare Yahoo al fine di far crescere le entrate, espandere i margini e supportare la nostra strategia che si occupa di fornire al mercato prodotti differenziati".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Fino a quando esisteranno due comunità distinte, i lavoratori e i consumatori (cioè i clienti delle stesse aziende in cui lavorano i lavoratori) che non hanno coscienza del fatto che in realtà non sono affatto due comunità distinte bensì composte proprio dalle stesse persone, queste aziende continueranno a fare il bello e il cattivo... Leggi tutto
16-12-2010 11:09

Far soldi in funzione dei soldi. Lavoro che non porta felicità a nessuno, prodotti di cui non sente il bisogno nessuno. Poi mi diranno come, diminuendo il personale, aumenta la differenzaizione dei prodotti.
16-12-2010 10:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo operatore principale di telefonia mobile?
Tim
Vodafone
Tre
Wind
Un operatore virtuale (Carrefour, PosteMobile, ecc.)
Utilizzo più Sim
Non ho il cellulare... ma non mi crede nessuno

Mostra i risultati (4773 voti)
Luglio 2020
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics