Phishing, anche la banca è responsabile

L'Arbitro Bancario Finanziario condanna un istituto bancario per una truffa via email: non avrebbe disposto sistemi di protezione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-12-2010]

Banca responsabile phishing

Anche la banca può essere chiamata a pagare nel caso non abbia informato adeguatamente il cliente sul pericolo delle truffe via email in cui avviene l'inserimento dei dati di accesso in siti truffaldini che imitano il sito della banca.

Un cliente di un importante istituto bancario, con sede di Parma, aveva ingenuamente risposto a un messaggio di posta elettronica che invitava il titolare del medesimo conto a fornire il proprio codice.

Il cliente, immediatamente dopo l'operazione effettuata, non riusciva più a entrare nel sito della sua banca, scoprendo che ignoti avevano prelevato dal suo conto una somma di denaro grazie all'uso del suo codice.

Nonostante la denuncia, la banca si era rifiutata di riconoscere alcun rimborso a favore del proprio cliente. Questi si era così rivolto alla Confconsumatori e attraverso quest'ultima all'Arbitro Bancario Finanziario, l'autorità per la risoluzione stragiudiziale delle controversie nel settore bancario.

Il titolare del conto corrente, pur essendo stato riconosciuto in parte responsabile dell'accaduto per non avere diligentemente custodito il codice, è stato risarcito per non essere stato adeguatamente informato dalla società della quale era cliente in merito ai rischi connessi alle operazioni bancarie effettuate in via telematica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (4)

Io penso invece che sia giusto che l'intermediario finanziario debba sentire l'obbligo e la responsabilitÓ di avvisare gli utenti dei possibili rischi del mezzo che sta offrendo al suo cliente. Per un intermediario finanziario Ŕ preciso obbligo giuridico il criterio della diligenza professionale, che deve appunto minimizzare il pi¨... Leggi tutto
18-12-2010 18:11

A me me pare 'na strunzata! scrivo in chiaro perchŔ trattasi di dotta citazione. Sarebbe un po' come dire che se mi metto una maschera di Berlusconi (o di Bersani, di Fini ecc.. per parcondicio..) e vado a rapinare una banca, arrestano anche il soggetto (Berlusconi, Bersani, Fini ecc..) perchŔ questi non hanno disposto sistemi di... Leggi tutto
18-12-2010 03:07

E' il solito problema che giÓ avevo sollevato in un altro post. Far credere che la rete e certi servizi sono per tutti Ŕ una grande str....ata. Peccato che questa fesseria si Ŕ talmente diffusa che anche chi non ha le capacitÓ e un minimo di attenzione si butti in cose che per i soggetti de quo sarebbero da evitare! :?
17-12-2010 07:55

Bella,'sta storia degli obblighi del disobbligato Leggi tutto
17-12-2010 05:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque pu˛ vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (901 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics