Nintendo mette in guardia sui pericoli del 3D nei bambini

Al di sotto dei 6 anni il 3D può causare problemi alla vista. Anche gli adulti non devono abusarne.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-12-2010]

Nintendo 3D pericoloso bambini

Che televisori e console 3D non facessero bene ai bambini sotto una certa età non è una cosa nuova: ora però Nintendo ha deciso di mettere pubblicamente in guardia - tramite un avviso sul proprio sito - i propri potenziali clienti.

A marzo, infatti, arriverà sul mercato la console portatile 3DS che, tramite un apposito selettore, permetterà di utilizzare i videogiochi nella tradizionale modalità 2D oppure in tre dimensioni.

Fino al compimento dei sei anni d'età - si legge sul sito di Nintendo - la visione è ancora in sviluppo: utilizzare un sistema 3D prima che lo sviluppo sia completo potrebbe causare danni agli occhi.

Per questo motivo Nintendo consiglia ai genitori di vigilare attentamente sui propri figli più piccoli e, se proprio desiderano comprare loro una 3DS, di permettere soltanto l'uso dei videogiochi in 2D: è possibile bloccare la console in questa modalità tramite un'apposita funzione, che richiede l'inserimento di un PIN per abilitare il 3D.

Indipendentemente dall'età, tuttavia, l'azienda consiglia di fare una pausa ogni 30 minuti se si sta usando un gioco tridimensionale; in caso contrario è possibile subire effetti spiacevoli, come provare un senso di nausea.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Il 3D in generale non penso faccia benissimo, avevo letto che si poteva diventare strabici (ma non so se fosse una bufala). A me comunque non piace, preferisco il caro, vecchio full HD. :D A livello teorico si dovrebbe fare già una pausa quando si guarda la tv o si gioca, indipendentemente dal 3D... Qualcuno di voi le ha mai fatte? ... Leggi tutto
6-1-2011 01:54

Questi effetti collaterali riguardano solo i giochi o chi ha un TV 3D - che personalmente giudico assurdo - si deve fare la sua pausa ogni 30 o 60 minuti come se fosse davanti ad un PC :? Leggi tutto
5-1-2011 19:31

Completamente d'accordo.
31-12-2010 06:53

Al di sotto dei 6 anni un bambino non dovrebbe usare videogiochi, punto. Non per gli occhi, ma per la psiche..
29-12-2010 20:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (722 voti)
Luglio 2020
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics