Il GPS europeo? Stupido e costosissimo

La OHB-System licenzia il proprio AD: secondo Wikileaks ha parlato male di Galileo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-01-2011]

Galileo stupido costoso Berry Smutny

Galileo, il rivale europeo del GPS, è un progetto stupido, enormemente costoso e portato avanti solo per fare l'interesse dei francesi (che vogliono duplicare il sistema americano per non dover dipendere da uno Stato straniero), sprecando i soldi dei cittadini europei che potrebbero essere spesi meglio altrimenti.

Quella qui presentata non è l'opinione di un uomo qualunque ma di Berry Smutny, fino a poco fa amministratore delegato di OHB-System, la maggiore azienda tedesca costruttrice di satelliti artificiali e pesantemente coinvolta nella realizzazione di Galileo.

"La volontà dell'UE di sviluppare un sistema ridondante, ma alternativo al GPS, è stata sollecitata dai francesi dopo un incidente durante il conflitto in Kosovo, quando l'esercito americano manipolò i dati GPS per supportare le operazioni militari": questa sarebbe l'origine del progetto secondo Berry Smutny.

Lo sfogo è rimasto segreto fino a quando Wikileaks lo ha reso pubblico, e per il suo autore le conseguenze sono state immediate: la OHB-System l'ha prima sospeso dall'incarico e poi licenziato, nonostante Smutny abbia cercato di smentire le affermazioni attribuitegli, per il danno d'immagine causato.

Su una cosa l'ex AD di OHB-System ha ragione: Galileo è molto costoso. Dovrebbe diventare operativo nel 2014 per arrivare a pieno regime nel 2020. Fino al 2013 l'Unione Europea ha stanziato un finaziamento di 3,4 miliardi di dollari, ma ne serviranno altri 1,9 per i successivi 7 anni.

Si calcola che successivamente i costi saliranno ancora: il progetto fagociterà, da qui al 2030, circa 20 miliardi di euro.

Eppure, secondo il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani, intervistato quando Telespazio vinse un appalto proprio per Galileo, l'investimento è necessario: il GPS europeo permetterà al Vecchio continente di risparmiare 90 miliardi di euro in 20 anni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Gps e Galileo, progetto italiano premiato da Google
Il NAVSOP manderà in pensione il GPS

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Perchè mai dovrebbe essere spento in caso di guerra europea, visto che è stato inventato e costruito proprio per quello?!? :shock: Dico, ma ci rendiamo conto, sì, che senza un localizzatore satellitare, quando la guerra scoppierà tra USA ed Europa i nostri soldati dovranno muoversi usando le cartine IGM su carta, sì? :shock: E intato... Leggi tutto
19-4-2014 13:21

Sarebbe CARO anche se, non solo fosse firmato personalmente dall'Ing.Geloso, ma anche se lo avesse cablato lui personalmente, pezzo per pezzo! :shock:
22-1-2011 18:48

Concordo al 100%, evviva il Dott. Antoine Louis! basta col buonismo perbenista! Leggi tutto
22-1-2011 03:16

...e io torno a proporre un'altra invenzione "europea" RIVOLUZIONE & LOUISETTE ! basta mantenere enti inutili e parassiti vari con i soldi sudati dalla gente! :evil:
21-1-2011 10:39

Per questo e' inutile (o stupido come viene definito sopra). L'utilizzo militare del GPS e' fondamentale, cosi' fatto non servirebbe ai nostri eserciti che dovrebbero dotarsi comunque di costosissimi navigatori inerziali. (cerca su google cosa sono) In caso di guerra sul territorio europeo, Galileo andrebbe spento immediatamente per... Leggi tutto
20-1-2011 17:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (2073 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 gennaio


web metrics