Arrivano le telefonate in alta definizione

Tim lancia le telefonate HD sui cellulari, con una qualità migliore della voce.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-01-2011]

Telecom Italia ha presentato il servizio HD Voice, che consente di effettuare e ricevere chiamate "in alta definizione", ovvero con una qualità della voce migliore rispetto a quella delle normali conversazioni telefoniche.

Per ora il servizio sarà disponibile senza costi aggiuntivi per tuttigli utenti Tim in copertura 3G e dotati di smartphone Nokia abilitati a tale funzionalità, il cui elenco è consultabile sul sito Tim; successivamente il servizio sarà esteso a telefoni di altre case costruttrici.

Il servizio sarà lanciato a febbraio a partire dalle principali città italiane, per essere esteso progressivamente, nel corso dello stesso mese, a tutto il territorio nazionale.

La chiamata in alta definizione utilizza una banda audio la cui ampiezza è di circa il doppio rispetto a quella necessaria per le normali telefonate fisse e mobili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Denaro che se ne va. Leggi tutto
2-2-2011 09:34

io voglio la busta paga full hd :( Leggi tutto
1-2-2011 16:47

Certo che si capisce lo stesso, Meucci ha fatto un buon lavoro quella volta :wink: Pero' nelle comunicazioni telefoniche normali vengono tagliate le frequenze basse e le frequenze alte, e questo si traduce in una qualita' audio scarsa. Nel voip ad esempio questo non viene fatto, e infatti in una telefonata con skype o ekiga o simili... Leggi tutto
31-1-2011 02:04

Sfonderà nei tablet Leggi tutto
30-1-2011 21:05

Sinceramente si, a parte rari casi si capisce perfettamente cosa dice l' interlocutore. Leggi tutto
30-1-2011 19:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A partire da quale età i bambini dovrebbero avere uno smartphone personale?
Nessuna
3 anni o meno
4-5 anni
6-7 anni
8-9 anni
10-11 anni
12-14 anni
15-17 anni

Mostra i risultati (1327 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics