Pirateria, un link non è reato

La Francia assolve Google Suggest: non ha colpa per l'uso che gli utenti fanno dei suoi suggerimenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2011]

Google Suggest assolto pirateria Francia

Google Suggest è un animale strano: in Italia i suoi suggerimenti gli costano l'accusa di diffamazione; in Francia, invece, anche se rimanda a materiale pirata non ha alcuna colpa.

Una corte di appello di Parigi ha infatti deciso che, se anche Google Suggest suggerisce di completare la ricerca con parole quali Megaupload, BitTorrent o Rapidshare, non si può imputarle alcunché.

Il caso era nato quando lo SNEP (Syndicat National de l'Edition Phonographique), associazione di discografici, aveva citato in giudizio il motore di ricerca sostenendo che tali suggerimenti fosser un'incitamento alla pirateria.

Nel dettaglio, avrebbero configurato una violazione dell'articolo 336-2 del codice per la protezione della proprietà intellettuale: il Syndicat chiedeva che i giudici imponessero a Google la rimozione dei termini "pirata".

Il processo di primo grado aveva riconosciuto l'innocenza dell'azienda di Mountain View alla quale, secondo il tribunale, non si può imputare alcuna colpa per un eventuale uso scorretto da parte degli utenti delle informazioni fornite.

Allo SNEP, invece, veniva imposto di risarcire le spese legali sostenute da Google (circa 5.000 euro).

Il Syndicat ha deciso tutavia di ricorrere in appello, aggiungendo alla richiesta iniziale l'imposizione di una multa pari a 1.000 euro per ogni giorno di permanenza su Google delle parole incriminate.

I giudici di Parigi, invece, hanno nuovamente assolto l'azienda.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Segnalati a Google 200 milioni di link pirata dalle case discografiche

Commenti all'articolo (3)

Se non altro questa sentenza dice chiaro come stanno le cose non come in Itaglia. La responsabilitÓ penale Ŕ posta in capo a chi il reato lo compie non vedo perchŔ si debbano chiamare in causa altri. Del resto alla Fimi non interessa perseguire il singolo come dovrebbe essere per legge, troppo dispendioso. Leggi tutto
10-5-2011 13:26

Pi¨ che altro mi chiedo se ci sarebbe stata la stessa clemenza se l'azienda imputata non fosse stata Big G.... :roll: Ma non lo sapremo mai....
9-5-2011 12:20

Mi fa piacere di aver precorso questa sentenza con il mio Blog (L'Ignoranza della Legge). Non si pu˛ addossare ad altri la colpa di quello che fa' una persona. Ora non resta che far rispettare la legge, la cui interpretazione Ŕ sempre distorta, in Italia. :D
7-5-2011 10:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra questi due candidati assumeresti?
Il primo ha pi¨ esperienza e competenze specifiche.
Il secondo Ŕ particolarmente brillante e ha un grande potenziale.

Mostra i risultati (1025 voti)
Settembre 2020
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Attacco ransomware mette in ginocchio Luxottica
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Tutti gli Arretrati


web metrics