I DVD che dureranno per mille anni

Si leggono con qualsiasi DVD player, ma una tecnologia speciale li rende praticamente eterni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-08-2011]

M-DISC Millenniata DVD 1000 anni

Mentre la quantità di dati disponibile soltanto in formato digitale è sempre in aumento, il problema di un supporto in grado di conservare le informazioni per lungo tempo non è ancora stato risolto.

I DVD - ma anche i CD e i Blu-ray - certamente non sono eterni; anzi, in alcuni casi dopo pochi anni sono già illeggibili.

Per evitare di perdere i propri, preziosi dati, una strada può essere quella di tenere diverse copie di backup di ogni cosa, e periodicamente sostituire i supporti che invecchiano con altri più recenti.

Un'altra, meno laboriosa, potrebbe essere quella di utilizzare DVD progettati per durare almeno 1.000 anni, come gli M-DISC di Millenniata.

Al di sotto di uno strato di policarbonato identico a quello dei normali DVD, gli M-DISC hanno uno strato costituito da un «materiale inorganico e sintetico» composto anche da «metalli e semimetalli», protetto da un ulteriore strato di policarbonato.

È questo materiale particolare che, a detta di Millenniata, consente ai suoi prodotti di durare così a lungo, pur restando perfettamente leggibili dai comuni riproduttori di DVD.

Per la scrittura occorre invece un'apparecchiatura particolare, che si connette a un normale PC tramite la porta USB, mentre non è necessario un software specifico.

Il prezzo del masterizzatore non è stato ancora rivelato; un singolo M-DISC dovrebbe invece costare intorno ai 5 dollari, sebbene il prezzo possa ancora cambiare quando gli M-DISC entreranno in produzione.

La stima di 1.000 anni è stata fatta considerando il cambio nella riflettività dello strato metallico del disco a causa della normale ossidazione nei mesi successivi alla masterizzazione.

In realtà pare che lo strato cui sono affidati i dati possa durare ben 10.000 anni e forse di più, ma il policarbonato non è altrettanto duraturo: 1.000 anni è la stima che gli studi del National Institute of Standards and Technology hanno considerato la più attendibile.

Millenniata ha già stretto un accordo con LG per la produzione di un drive in grado di scrivere (e leggere) Blu-ray, DVD e M-DISC, che si può già preordinare sul sito dell'azienda.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

fra mille anni... Leggi tutto
19-8-2011 12:18

Dipende se ti piace ancora quello che c'è registrato :D Leggi tutto
18-8-2011 15:28

Come freesbee? Leggi tutto
18-8-2011 09:49

ma senti io ne ho diversi molto vecchi 15 anni quasi e funzionano ancora senza problemi. Leggi tutto
18-8-2011 01:53

si ma la marca non vuol dire nulla come dicevo da molto ormai vengono marchiati cd fatti da altri, infatti per sapere chi è il vero produttore si usa una utility (di cui ora non ricordo il nome :P), poi facendo i test con cdspeed si puo vedere se il cd è venuto bene o meno. Leggi tutto
18-8-2011 01:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2323 voti)
Luglio 2021
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli indizi che puntano a Windows 11
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 luglio


web metrics