La notte dell'assalto ai bancomat

Rubati 10 milioni in una sola notte.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-08-2011]

Furto bancomat FIS 13 milioni di dollari

Si è trattato di un'azione criminale ampia e organizzata che, una volta avviata, in una sola notte ha consentito di sottrarre 13 milioni di dollari (circa 10 milioni di euro).

Il tutto si è svolto in più tempi. Inizialmente gli autori del furto hanno clonato 22 carte prepagate emesse dalla Fidelity National Information Services (FIS), azienda americana che fornisce servizi bancari e sistemi di pagamento.

Le carte clonate sono finite nelle mani di diversi complici sparsi in diverse città europee, russe e ucraine.

Per la seconda fase del piano i criminali si sono serviti di un accesso non autorizzato alla piattaforma di gestione delle carte, tramite la quale hanno eliminato o alzato in maniera consistente i limiti di prelievo legati alle carte.

Poi, un sabato notte, dopo l'orario d'ufficio negli Stati Uniti, sono entrati in azione. Dalla Grecia, dalla Russia, dalla Spagna, dalla Svezia, dall'Ucraina e dal Regno Unito hanno prelevato contanti da decine di bancomat, continuando a ricaricare le carte tramite l'accesso illegale già utilizzato in precedenza ogni volta che il saldo si avvicinava allo zero.

I fondi per la ricarica provenivano da oltre 7.000 account compromessi e prosciugati.

In questo modo sono riusciti a impossessarsi di circa 13 milioni di dollari. Il furto è avvenuto lo scorso marzo, ma solo ora l'FBI ne ha svelate le modalità e l'entità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

Non so per legge quanto tempo le registrazionei delle telecamere vengano tenute, cmq magari con un bel lavoro di collaborazione qualche viso potrebbe spuntare, magari hanno usato delle persone esterne o complici che hanno poco da perdere e chissÓ dove sono ora (ok forse vedo troppi polizieschi in tv :D ma pu˛ essere.) Sarebbe... Leggi tutto
3-9-2011 23:45

Io non la vedo cosý tragica... o hai una banca veramente pessima oppure puoi stare tranquillo. E chi non vuole vedersi alzati i costi di gestione cambia banca e festa finita. Al max potrebbero ribaltare questa quota sugli azionisti mettendola a bilancio, ma non Ŕ che andranno a prenderti una percentuale dei tuoi risparmi per rifarsi... Leggi tutto
3-9-2011 15:33

Quota che le banche troveranno certamente il modo di ribaltare in qualche modo sui correntisti. E torniamo al post di Zero forse solo risparmiandoci un p˛... ma poi le assicurazioni aumenteranno i premi alle banche per non rimetterci e le banche ribalteranno l'aumento dei costi sui correntisti e avremo chiuso il cerchio e a rimetterci... Leggi tutto
3-9-2011 15:22

Io che credo di avere pi¨ o meno l'etÓ del babbo e lavoro da quarant'anni prima dentro e poi a contatto con le assicurazioni e le banche posso,in scienza e coscienza, confermare in pieno. Le assicurazioni nascono con un fine altamente sociale, quello di dividere la perdita economica di una disgrazia tra tutta la comunitÓ e non... Leggi tutto
1-9-2011 12:42

A prescindere da questo singolo fatto, mio papÓ dice sempre: banche ed assicurazioni sono associazioni a delinquere legalizzate :D Leggi tutto
1-9-2011 12:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'UniversitÓ di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
╚ corretto. Far˛ meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1419 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 13 agosto


web metrics