Google+, visite in calo

Passato l'interesse iniziale, gli utenti che visitano il social network di Google sono sempre meno.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-09-2011]

Google+ visite in calo

Secondo i dati sul traffico pubblicati da Experian Hitwise (che però non considerano gli accessi dai dispositivi mobili o dalle applicazioni), il momento di gloria di Google+ sarebbe già terminato: dopo una crescita progressiva delle visite nelle prime due settimane dalla presentazione, i visitatori hanno già iniziato a calare.

Nato alla fine di giugno, Google+ ha raggiunto il picco di visite nella settimana che si è conclusa il 16 luglio (in quei sette giorni ha totalizzato 1,86 milioni di visite); dopo di che è andato calando, scendendo a 1,16 milioni nella scorsa settimana.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Per que? Importance of Phone Signal Booster For Strong Mobile Reception[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/155010]Do cell phone signal boosters really work?
24-10-2011 17:20

Grazie per le informazioni!
18-10-2011 13:54

Ciao, non penso che abbia comperato strutture prefatte, a meno che non ti riferisca a VP8&c; sicuramente per attirare l'utonza (non è un refuso) di FaceBook ha preso da FaceBook determinati stili, come la home page stile "bacheca" che è orrida da usare o l'idea dei "giochi sociali" che è un'idiozia sul piano ... Leggi tutto
4-9-2011 21:39

Mi puzza tanto che da una parte voglia scimmiottare Facebook e dall'altra abbia comperato già strutture pre-fatte da altri. :roll: Ciao Leggi tutto
3-9-2011 15:28

Si dice "a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina"... Già da un po' FaceBook ha ammesso di aver pagato agenzie per screditare Google, non so se sia stato fatto l'inverso (magari anche gratis, in prima persona) ma ad ogni modo... Più su Google+ quel che posso dire è che, purtroppo, ha migliorato di ben poco FaceBook, e... Leggi tutto
2-9-2011 15:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2545 voti)
Luglio 2020
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Tutti gli Arretrati


web metrics