Oracle: Google ci deve 2 miliardi di dollari

A tanto ammonterebbe il valore dei brevetti su Java infranti da Android.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-09-2011]

Android Oracle pretende 2 miliardi Google brevetti

Poco più di due miliardi di dollari - precisamente 2,2 - per compensare la violazione del copyright, cui aggiungere 201,8 milioni di dollari per la violazione dei brevetti Java: tanto pretende Oracle da Google.

È questo l'ultimo atto della guerra legale tra le due aziende e che verte intorno a Dalvik, la macchina virtuale Java utilizzata all'interno di Android, che secondo Oracle sarebbe stata realizzata usando software coperto da brevetto.

Il nuovo padrone di Java ha dunque ridimensionato le pretese rispetto alle iniziali richieste di 6,1 miliardi di dollari e sostanzialmente confermato la cifra indicata a giugno dal professor Iain Cockburn della Boston University.

Peraltro, dei 2,2 miliardi ora richiesti, 1,2 miliardi sarebbero richiesti a titolo di compenso per i danni causati a Oracle nel solo 2011.

Google, dal canto proprio, non avalla la richiesta di Oracle e pare abbia offerto al più un centinaio di milioni di dollari, ritenendo che parti della stima non siano supportate da prove.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Che Java sia semplice e geniale mi giunge nuova... Quel che *doveva* essere era geniale, ma non l'han mai realizzato e dovremmo realizzarlo prima o poi... Sul semplice, solo un hello world: class HelloWorldApp { public static void main(String[] args) { System.out.println("Hello World!"); } } contro ... Leggi tutto
27-9-2011 21:13

Verissimo! Questo perchè il Solaris stesso è un UNIX eccezionale! Ma il commercio indica che data la grande mole di programmi (vedi Java sopra) in Linux e che è più facie reperire esperti in Linux (più facile da amministrare) che Solaris e derivati. Stesse considerazioni possono essere fatte con altri UNIX come BSD. Ciao Leggi tutto
27-9-2011 11:03

Spero si decidano ad eliminare Java! È nato per uno scopo ben preciso: fare uno UNIX 2.0 che implementasse il motto di SUN "The Network is the Computer", il mercato non l'ha capito, la SUN al posto di spiegarsi è andata dietro al mercato buttando montagne di soldi per far nascere un ecosistema che senza l'idea originale non... Leggi tutto
27-9-2011 10:06

Un vero peccato a questo punto sono curioso di vedere che succederà :( Leggi tutto
26-9-2011 15:32

OpenOffice serve perchè porta conoscenze nella gestione dei documenti sui server (alla Oracle hanno un programma mega ma non decolla) ma oramai un Office (salvo MS-Office ma è in ripido calo) non porta più soldi in cassa e lo tengono per tempi migliori, OpenSolaris era una riscrittura di Solaris senza valore aggiunto con poi la svolta... Leggi tutto
26-9-2011 01:15

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2574 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics