La lavatrice nel cabinet arcade

Lava i panni soltanto se vinci.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-10-2011]

Lavatrice arcade Lee Wei Chen Kingston

Dev'essere frustrante, per un appassionato di videogiochi, scoprire che le capacità sviluppate in anni di pratica non hanno alcuna applicazione nel mondo reale.

Lee Wei Chen, ventisettenne studente della Kingston Univerity (nel Regno Unito) ha deciso di porre fine a questa sgradevole sensazione, «rendere utili» le abilità che avevo sviluppato nel mondo virtuale».

Ha preso un cabinet arcade e l'ha unito a una lavatrice, creando un elettrodomestico ibrido in grado di lavare i panni soltanto se il suo proprietario sta vincendo al videogioco.

Colin Holden, che tiene il corso di design cui Chen partecipa, spiega: «Ha scelto due oggetti immediatamente riconoscibili - una lavatrice e un arcade - per illustrare la sua idea. Insieme, questi due oggetti creano un nuovo dispositivo elettronico che colpisce. È un concetto di design molto ben sviluppato».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La lavatrice che fa il bucato in cinque minuti netti, senza elettricità
900 giochi arcade nel browser disponibili gratuitamente
La lavatrice per i cani

Commenti all'articolo (4)

La lavatrice nel cabinet arcade sport Leggi tutto
2-10-2011 22:55

:fuga:
2-10-2011 20:39

Spero che sia una bufala! Intelligentissimo, infatti! Così se sei sfigato o non sei bravo con i videogichi o sei anziano con mobilità ridotta o riflessi rallentati o che vivi nello sporco o che ti compri vestiti e biancheria nuova in continuo invece che lavarla. :shock: :shock: Se non arrivi al primo bonus la biancheria viene... Leggi tutto
2-10-2011 12:57

Bellissimo!!! L'importante è che l'IVA su questi oggetti sia portata come minimo al 200%...
2-10-2011 11:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (397 voti)
Febbraio 2020
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Tutti gli Arretrati


web metrics