Intercettazioni telefoniche, l'analisi dei log

L'analisi dei registri di cella è la tecnica utilizzata per identificare le signorine che frequentavano la villa di Silvio Berlusconi ad Arcore.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-10-2011]

analisi dei log

Fino ad ora ci siamo sempre occupati di tecniche di indagine che prendono di mira una singola persona alla volta, cioè l'Indagato, e che registrano solo gli eventi reali di un singolo telefono (chiamate fatte e ricevute, SMS, etc.). L'analisi dei registri di cella, invece, prende in esame tutti i telefoni che entrano nell'area di copertura di una o più celle (o, più esattamente, di una o più antenne), anche quando questi telefoni non sono impegnati in nessun tipo di comunicazione.

Questo è reso possibile dal fatto che, in realtà, le "antenne" delle reti radio mobili sono gestite da veri e propri computer (il traffico GSM ed UMTS è digitale...) e quindi, come tutti i computer, registrano ogni singolo "evento" di cui sono testimoni in un apposito file di registro ("log file"). Per approfondire vedi: cell site, base transceiver station, node B, cellular network, GSM, UMTS.

In pratica, ogni volta che un telefono entra nell'area di copertura della cella, e si "presenta" alla cella stessa, la sua apparizione viene registrata nei file di log. Questo avviene anche se il telefono non viene impegnato in nessuna comunicazione, di nessun tipo. I telefono cellulari, infatti, inviano un apposito segnale di "check-in" ogni volta che si spostano da una cella all'altra (il cosiddetto processo di "handover").

I telefoni più moderni (soprattutto gli UMTS) inviano segnali di questo genere anche quando sono fermi nella stessa posizione, inutilizzati, al solo scopo di verificare quale sia l'antenna più vicina e quale sia il canale di comunicazione migliore. Come se questo non bastasse, i moderni smartphone inviano e ricevono "pacchetti dati" in continuazione, ad esempio per ricevere la posta in modalità "push", e questo li rende visibili. Di conseguenza, analizzando i log di cella è possibile vedere quali telefoni si trovavano in una certa area in un certo momento.

Per risalire al loro proprietario, o utilizzatore, è poi sufficiente chiedere agli operatori telefonici (Telecom Wind, H3G, etc.) o fare qualche indagine tradizionale. Questa è esattamente la tecnica che è stata usata per identificare gli ospiti di Berlusconi presso la Villa San Martino di Arcore. Una tecnica simile (ma diversa) è stata usata per identificare le persone presenti a Brembate di Sopra la sera che è scomparsa Yara Gambirasio.

La stessa tecnica può essere messa in atto usando come base di riferimento più celle o più antenne, ad esempio tutte quelle che seguono una strada o tutte quelle che coprono il territorio di un piccolo paese. In questo caso, sarà possibile seguire gli spostamenti dei vari telefoni mentre si muovono dall'area di copertura di una cella a quella di un'altra.

______________

Sondaggio: Cosa ne pensi della richiesta del governo di mettere un freno alle intercettazioni?
______________

Per nostra sfortuna (o fortuna?) in Italia non esiste nessuna legge che obblighi gli operatori telefonici a raccogliere e conservare queste informazioni per cui non sempre i log di cella sono effettivamente disponibili (in UK, USA ed altri paesi questo obbligo di legge esiste).

Sono sicuramente disponibili soltanto quando un Giudice per le Indagini Preliminari ha ordinato in precedenza all'operatore telefonico di effettuare la raccolta e la conservazione dei log, come è avvenuto nel caso delle indagini su Villa San Martino, ad Arcore. Ovviamente, i dati vengono raccolti solo dal momento in cui arriva l'ordine del Giudice in poi. Su quello che è successo prima, non è possibile sapere nulla.

L'analisi dei log di cella può servire anche a ricavare informazioni che non sono disponibili tra i dati grezzi. Ad esempio, analizzando l'intensità dei segnali radio e altre informazioni è possibile determinare la posizione di ogni singolo telefono con una precisione che può andare da alcuni chilometri di raggio, in aperta campagna, fino a qualche centinaio di metri di raggio, in certe aree urbane. Questo anche se il telefono "indagato" non è dotato di GPS ed anche se non "collabora" alla procedura di localizzazione in nessun modo.

In pratica, si può determinare la posizione del telefono senza che l'utilizzatore possa rendersene conto e senza che possa opporsi in nessun modo. Vedi: mobile phone tracking, Google Latitude. Di questo, comunque, parleremo in dettaglio nel prossimo articolo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

per saperlo si sa, pur vagamente, anche grazie alle cronache ("è l'assassino perché il suo cell è stato agganciato da quella cella piuttosto che dall'altra", convinzione che - per averlo letto - resterà di molti anche dopo un'eventuale assoluzione) d'altra parte lo stesso discorso potrebbe anche fornire un alibi certo. in... Leggi tutto
10-10-2011 18:14

Già, è vero: molta gente confonde queste modalità di basso consumo ("sleep" o "screen saver") con lo spegnimento del dispositivo. Anche se si tratta di modalità ben diverse dallo spegnimento, e di solito ben segnalate dal produttore nel libretto di istruzioni, è facile cadere in inganno. Leggi tutto
10-10-2011 17:33

Eh, si. Per questo sto cercando di rendere informate quante più persione possibile dell'esistenza di queste tecnologie. Come puoi facilmente immaginare, i criminali ne sono già al corrente da tempo (per averci sbattuto la faccia) ma la gente onesta non è ancora consapevole dei rischi che comportano lo sviluppo e la diffusione di queste... Leggi tutto
10-10-2011 17:30

sì, era propri quel che chiedevo, una cosa che mi avevano detto anni fa. ciao :) Leggi tutto
10-10-2011 17:26

ottimo, grazie. peccato solo che la tariffa, in caso di chiamate effettuate o ricevute, mi consideri con l'operatore predominante, ovvero come se chiamassi dall'estero. è comunque una tecnologia che ha i suoi pro e i suoi contro, questo tracciamento continuo. e forse anche soggetta a possibili abusi. Leggi tutto
10-10-2011 17:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sim o Wi-Fi?
Con Sim e piano dati attivo.
Con Sim ma senza piano dati.
Ho Sim e piano dati ma uso soprattutto il Wi-Fi.
Solo Wi-Fi.

Mostra i risultati (1425 voti)
Marzo 2021
Come difendersi da un robot di Boston Dynamics
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 marzo


web metrics