UE: Vietato schedare le prostitute

La Corte europea dei diritti dell'uomo condanna la Svizzera perché ha schedato una donna come prostituta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-10-2011]

prostituta

La Corte europea dei diritti dell'uomo ha condannato la Svizzera a risarcire 15.000 euro a una cittadina francese, schedata come prostituta dalla polizia di Ginevra.

Nel 1993, in seguito a un controllo, la polizia ginevrina aveva trovato sulla donne biglietti da visita che pubblicizzavano la sua attività di escort e l'ha schedata come tale nei propri archivi.

Dopo 12 anni la donna è venuta a conoscenza di questa schedatura ed è ricorsa alla magistratura europea, per la quale la conservazione per tanto tempo di una notizia concernente la vita sessuale privata di una persona violerebbe l'articolo 8 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo che sancisce l'inviolabilità della privacy individuale.

La Svizzera non aderisce all'Unione Europea ma riconosce la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e la Corte di Strasburgo competente in materia di diritti umani.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (4)

Scusate l'OT, ma mi sono capottata dalla sedia quando ho visto che un commento a questo 3d viene da MERLIN.... Leggi tutto
19-10-2011 15:12

Non capisco perch. Leggi tutto
19-10-2011 15:07

Oh ma che curioso/ -a che sei? :wink: Non sai che esiste un dossier su ciascuno di noi? Oggi, grazie ad internet abbiamo facilitato le cose ai governi impiccioni. Altro che riservatezza? :inc: Leggi tutto
19-10-2011 12:56

ma una volta schedata, che se ne facevano di questa informazione? E la donna come ha fatto a sapere che era stata schedata 12 anni prima? :shock:
19-10-2011 12:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
la solitudine che spinge le persone a usare "pi tecnologia".
l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (1471 voti)
Dicembre 2022
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 dicembre


web metrics