UE: Vietato schedare le prostitute

La Corte europea dei diritti dell'uomo condanna la Svizzera perché ha schedato una donna come prostituta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-10-2011]

prostituta

La Corte europea dei diritti dell'uomo ha condannato la Svizzera a risarcire 15.000 euro a una cittadina francese, schedata come prostituta dalla polizia di Ginevra.

Nel 1993, in seguito a un controllo, la polizia ginevrina aveva trovato sulla donne biglietti da visita che pubblicizzavano la sua attività di escort e l'ha schedata come tale nei propri archivi.

Dopo 12 anni la donna è venuta a conoscenza di questa schedatura ed è ricorsa alla magistratura europea, per la quale la conservazione per tanto tempo di una notizia concernente la vita sessuale privata di una persona violerebbe l'articolo 8 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo che sancisce l'inviolabilità della privacy individuale.

La Svizzera non aderisce all'Unione Europea ma riconosce la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e la Corte di Strasburgo competente in materia di diritti umani.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (4)

Scusate l'OT, ma mi sono capottata dalla sedia quando ho visto che un commento a questo 3d viene da MERLIN.... Leggi tutto
19-10-2011 15:12

Non capisco perché. Leggi tutto
19-10-2011 15:07

Oh ma che curioso/ -a che sei? :wink: Non sai che esiste un dossier su ciascuno di noi? Oggi, grazie ad internet abbiamo facilitato le cose ai governi impiccioni. Altro che riservatezza? :inc: Leggi tutto
19-10-2011 12:56

ma una volta schedata, che se ne facevano di questa informazione? E la donna come ha fatto a sapere che era stata schedata 12 anni prima? :shock:
19-10-2011 12:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (502 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics