UE: i social network non sono i poliziotti del copyright

Per la Corte di Giustizia europea nessuno può obbligare i social network a controllare preventivamente i contenuti inseriti dagli utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-02-2012]

ue corte giustizia social network copyright

I social network non sono obbligati a sorvegliare attivamente i propri utenti affinché non condividano opere protette dal diritto d'autore.

È questa la conclusione della lunga vicenda giudiziaria che ha visto contrapposto il social network Netlog e l'equivalente belga della SIAE, la SABAM.

Tutto era nato in seguito a un'ingiunzione presentata da quest'ultima nel 2009, con cui si chiedeva a Netlog di impedire la pubblicazione di materiale coperto da copyright e sborsare 1.000 euro per ogni giorno di ritardo sull'adempimento di quest'obbligo.

Netlog aveva risposto dicendo che la richiesta di SABAM era irricevibile, dato che così facendo avrebbe violato la Direttiva Europea sul commercio elettronico, che vieta l'imposizione dell'obbligo di sorveglianza e monitoraggio delle attività degli utenti.

La questione è andata avanti sino ad approdare alla Corte di Giustizia Europea che ora, in sostanza, ha confermato la tesi iniziale di Netlog.

Sondaggio
Secondo la società che ha creato Farmville quattro tecnologie diventeranno comuni nel corso del prossimo anno. Quale ti pare la più probabile?
Tutti i videogiochi sviluppati per il web utilizzeranno HTML 5 e le tecnologie dell'Open Web Stack. - 21.3%
I pagamenti dal cellulare diventeranno d'uso comune. - 36.8%
Dopo la musica e i film in streaming, sarà la volta degli e-book. - 21.7%
La sicurezza diventerà fondamentale: HTTPS sostituirà completamente HTTP. - 20.2%
  Voti totali: 836
 
Leggi i commenti (2)

A ciò, a Corte ha aggiunto un'ulteriore osservazione, rilevando che «l'ingiunzione rischierebbe di ledere la libertà di informazione, poiché tale sistema potrebbe non essere in grado di distinguere adeguatamente tra un contenuto illecito ed un contenuto lecito, sicché il suo impiego potrebbe produrre il risultato di bloccare comunicazioni aventi un contenuto lecito».

Inoltre produrrebbe una violazione della libertà d'impresa di Netlog, che sarebbe obbligata «a predisporre un sistema informatico complesso, costoso, permanente e unicamente a sue spese».

SABAM incassa dunque un nuovo no da parte della Corte di Giustizia alle proprie pretese: soltanto pochi mesi fa si era vista rispondere negativamente alla richiesta di imporre ai provider l'obbligo di filtrare le connessioni degli utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Questa è una sentenza sensata ed equilibrata, un'adeguata risposta alla protervia ed alla supponenza delle solite lobby tipo SIAE. Penso che anche per gli azzeccagarbugli nostrani non sarà facile ribaltare questa sentenza.
19-2-2012 18:31

Quali regali? A me non hanno regalato niente! :?
18-2-2012 14:24

Mo' vediamo quanto ci metteranno gli azzeccagarbugli parlamentaristi a fare un po' di distinguo a casa nostra. Certo che le ultime disposizioni su presenti e regalie natalizie e non, potrebbe mettere in crisi un bel po' di gente.
17-2-2012 08:55

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se ti fosse data l'occasione di andare a cena con uno di questi personaggi, chi sceglieresti?
Steve Jobs, fondatore di Apple
Bill Gates, fondatore di Microsoft
Richard Stallman, fondatore della Free Software Foundation e del movimento del software libero
Sergey Brin o Larry Page, fondatori di Google
Tim Berners Lee, ideatore del world wide web
Vorrei suggerire un altro nome (nei commenti qui sotto)

Mostra i risultati (3574 voti)
Novembre 2020
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
Tutti gli Arretrati


web metrics