Samsung: nessuna patch per il bug degli SMS

Numerosi utenti lamentano che gli Omnia W non inviano SMS: per risolvere il problema dovranno portare il telefono in assistenza, non c'è altro modo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-04-2012]

samsung omnia w bug sms

C'è una grande agitazione sulla pagina Facebook di Samsung per un bug che ha colpito lo smartphone Omnia W con sistema operativo Windows Phone.

Gli utenti sono a dir poco adirati perché il telefono non riesce a inviare né a ricevere SMS. Alcuni hanno notato che questo avviene quando si è connessi a una rete 3G.

Dopo le prime lamentele, l'azienda coreana si è messa al lavoro e ha identificato il bug, riuscendo a trovare una soluzione.

Sfortunatamente ciò non ha fatto altro che irritare ancora di più gli utenti poiché, per venire a capo del problema, non è sufficiente ricevere e installare un aggiornamento software, ma occorre portare il proprio telefono in assistenza.

Su Facebook, ma non solo, vanno dunque crescendo i commenti inseriti dagli utenti che si sentono presi in giro prima perché uno smartphone sostanzialmente nuovo - e che ha ricevuto buone recensioni - risulta afflitto da un bug che ne blocca una delle funzionalità più utilizzate, e poi perché devono affidarsi ai tempi incerti dell'assistenza tecnica.

Sondaggio
Quanto sei dipendente dal tuo smartphone?
Non posseggo uno smart phone.
Spesso lo dimentico e quando lo porto con me a volte lo lascio o lo dimentico spento.
Lo utilizzo con una certa frequenza, ma ne potrei fare a meno.
Per lavoro è un compagno inseparabile, ma alla sera e nei week-end lo spengo volentieri.
Lo porto sempre con me: senza mi sentirei incompleto.

Mostra i risultati (4223 voti)
Leggi i commenti (5)

Samsung ha spiegato che il motivo per cui un aggiornamento software non è sufficiente risiede nel fatto che la procedura da applicare per risolvere il problema agisce «a basso livello» (i dettagli non sono stati forniti) e pertanto è necessario far intervenire un tecnico.

Per cercare di minimizzare gli inconvenienti, l'azienda ha allestito in alcuni centri di assistenza (a Roma e a Milano, per esempio) delle aree in cui il problema viene risolto immediatamente davanti agli utenti che porteranno lì il proprio Omnia W; in altre città (Catanzaro, Firenze, Palermo) è possibile ottenere riparazioni in giornata, mentre chi non si trova vicino a questi centri dovrà accontentarsi di ottenere l'assistenza normale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Situazione comunque inquietante, d'altra parte, come si dice dalle mie parti, la colpa la morì fanciulla, era tanto bella ma nessuno la voleva...
10-4-2012 14:02

è che ne ho da fare tante e mi è mancata la voglia non eddendo per me una questone prioritaria :wink: Leggi tutto
9-4-2012 02:53

:lol: :lol: :lol: Leggi tutto
8-4-2012 15:58

In questo caso facevo solo il saputello e ti ho un poco provocato, spero che tu non me ne voglia, perè non hai idea di quante volte, nel lavoro, mi trovo a che fare con clienti che hanno problemi insormontabili e dicono peste e corna del dispsoitivo che hanno acquistato solo perchè non hanno letto il manuale? :( Comunque è vero... Leggi tutto
8-4-2012 15:57

noi di windowgen diciamo di no.... :D
8-4-2012 15:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'Università di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
È corretto. Farò meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1205 voti)
Luglio 2020
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Tutti gli Arretrati


web metrics