Occhi puntati sul Sole per il transito di Venere

Mercoledì mattina all'alba sarà possibile osservare il passaggio del pianeta davanti alla nostra stella.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-06-2012]

venere transito sole

Tempo permettendo mercoledì mattina - anzi mercoledì all'alba - gli astronomi e gli astrofili faranno bene a puntare lo sguardo verso il sole (possibilmente proteggendo gli occhi con i filtri adeguati).

Potranno infatti osservare un fenomeno particolare: il transito del pianeta Venere davanti al sole.

A partire da mezzanotte e sino alle 6.40 circa (secondo l'ora italiana) Venere inizierà ad "attraversare" il disco del sole; ovviamente in Italia potremo vedere solo l'ultima parte del passaggio, dovendo attendere il sorgere della nostra stella: dalle 5.15 circa (ora che varia in base al sorgere del sole nelle diverse località) in avanti potremo gustare il fenomeno.

Approfittare dell'occasione è importante: la prossima volta che il transito di Venere si ripeterà sarà soltanto nel 2117; l'avvenimento si verifica infatti con uno schema particolare, in base al quale due transiti avvengono a distanza di soli otto anni, ma poi devono trascorrere più di 100 anni perché si ripetano.

Al di là della rarità, il transito di Venere sin da quando è stato scoperto ha rivestito una certa importanza per il mondo astronomico.

Sondaggio
L'uomo presto ritornerà sulla Luna, ci si prepara all'esplorazione umana di Marte, la stazione spaziale internazionale sta per essere completata. Cosa pensi degli elevati costi che tale tipo di ricerca comporta?
La natura umana ci spinge a conoscere ed esplorare. Non ci sono costi troppo alti quando questi sono gli obiettivi.
L'esplorazione spaziale (come ogni altra forma di ricerca scientifica) ha i suoi costi, ma le ricadute tecnologiche e quindi i benefici di tali investimenti possono essere enormi.
Può certamente essere interessante sapere se qualche millennio fa c'erano forme di vita unicellulare su Marte, ma la Terra e i suoi abitanti hanno problemi ben più seri che necessitano di tutta l'attenzione e i fondi possibili.
Secondo me non siamo neanche stati sulla Luna, quindi...

Mostra i risultati (3889 voti)
Leggi i commenti (53)

È stato infatti usato per determinare la distanza della Terra dal sole con una buona precisione, e stimare le dimensioni del sistema solare tramite il metodo della parallasse.

Oggigiorno il transito è ancora importante perché studiarlo permette di affinare le tecniche che permettono di individuare pianeti extrasolari.

Per scoprire la presenza di un pianeta in orbita intorno a una stella, infatti, si usa spesso verificare se vi siano attenuazioni cicliche della luminosità della stella stella; studiare il passaggio di Venere davanti al sole può permettere di migliorare la tecnica.

Per seguire il transito, oltre ad alzare gli occhi al cielo si può anche utilizzare il sito web dell'INAF, che trasmetterà in streaming l'evento a partire dalla mezzanotte di mercoledì.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il pianeta senza orbita che va a spasso nello spazio

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per quale motivo NON sei (più) sul social network più famoso?
Facebook mi ha stufato. Preferisco godermi Internet.
Non voglio che gli altri si facciano i fatti miei.
Ho da fare. Facebook mi fa perdere tempo.
Amo di più la vita reale.
Non voglio che si sappiano in giro i miei segreti.
Non ho testa per Facebook in questo momento.
A mia moglie (marito, fidanzat*, ragazz*) dà fastidio che io sia su Facebook.
Facebook vende i nostri dati e non rispetta la privacy.
Mi sono accorto che iniziavo a farmi sempre di più i fatti degli altri.
Facebook è morto. Io adesso uso Twitter (o Google+, Pinterest ecc.)

Mostra i risultati (3974 voti)
Luglio 2020
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Tutti gli Arretrati


web metrics