Web Index, Italia soltanto ventitreesima

Nella classifica di chi sfrutta meglio il web, ideata da Tim Berners-Lee, l'Italia è molto indietro, e quart'ultima in Europa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-09-2012]

tim berners lee web index

«Ho trascorso la maggior parte della mia vita con dei geek cercando di potenziare il web. Poi ho capito che, mentre cerchiamo di rendere il web più potente, solo il 20% del mondo lo sta usando»: a parlare così e sir Tim Berners-Lee, padre del World Wide Web.

Così, come progetto dalla World Wide Web Foundation e grazie ai finanziamenti di Google, è nato il Web Index, un indice globale sull'utilizzo del web il cui scopo è «permettere a ogni Paese di capire di che cosa ha bisogno per connettere a Internet la gente, e aiutare i Paesi a comprendere quali passi futuri compiere».

Il Web Index assume quindi la forma di una classifica, che vede nella parte alta quegli Stati in cui il web è meglio sfruttato.

I parametri utilizzati sono sostanzialmente tre: la preparazione al web, ossia la qualità e l'estensione delle infrastrutture di comunicazione e istituzionali; l'uso del web, che riguarda sia l'utilizzo del web all'interno di un dato Paese sia i contenuti disponibili; e l'impatto del web, un parametro basato su indicatori sociali, economici e politici per valutare l'impatto del web su queste tre dimensioni.

In base a tutto ciò viene calcolato l'indice vero e proprio, su una scala da 1 a 100. Per l'edizione 2012 - la prima - del Web Index, la prima posizione nella classifica e dunque il massimo punteggio dell'indice spetta alla Svezia, dietro la quale si trovano gli USA, il Regno Unito, il Canada e la Finlandia.

Sondaggio
Quale di questi grandi portali visiti più frequentemente?
Libero
Blogspot
YouTube
Virgilio
Facebook
Wikipedia
Live (MSN)
eBay
Google
Yahoo!

Mostra i risultati (4073 voti)
Leggi i commenti (6)

Per trovare l'Italia bisogna scendere un po', sino alla ventitreesima posizione.

Considerando che i Paesi in classifica sono 61, con molto ottimismo potremmo dire che non siamo il solito «fanalino di coda», dato che la coda si trova quasi 40 posizioni più in basso.

Certamente non possiamo essere fieri della posizione perché potremmo fare molto meglio: gli utenti del web da noi sono poco più della metà della popolazione (il 53,74%) e la posizione del nostro Paese nella classifica europea è la dodicesima (su quindici Stati).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

... e anche di aziende private più interessate ad investire e a competere che, come da italica abitudine, vivere di rendita cercando di massimizzare i profitti riducendo al minimo gli investimenti. :roll:
8-9-2012 17:08

... di un'altro e più alto livello di dirigenti pubblici? :twisted: Leggi tutto
7-9-2012 14:18

Prima di sfruttare il web dovremmo avere la banda larga...
7-9-2012 01:14

Chissà perché la cosa non mi stupisce per niente... :whistle:
6-9-2012 19:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale di queste dieci affermazioni concordi di più?
I soldi non sono tutto nella Vita. Adesso cerca di farlo capire anche all'ufficiale giudiziario.
Non bisogna calpestare i Sentimenti altrui. Gli unici autorizzati a farlo portano gli anfiibi.
Ama il prossimo tuo. No, non questo, il prossimo!
La Salute è la cosa più importante. C'è soddisfazione a suicidare un organismo funzionante al 100%?
E' l'Amore che muove il Mondo. Chi ha premuto il bottone della pausa?
Una persona Produttiva si alza all'alba. Proprio mentre sta chiudendo la Borsa di Tokio.
La Famiglia è uno dei valori fondamentali. Me lo dicono sempre le mie due mamme e i miei tre papà!
Il Lavoro ci rende liberi. Questo è giusto, infatti sappiamo da dove viene la frase, vero?
Il merito viene sempre premiato. Specie se i tuoi talenti li esprimi nel sesso con qualcuno ricco.
Non dovrei perdere tempo a leggere fesserie del genere. Hai ragione, ma l'hai capito troppo tardi!

Mostra i risultati (2449 voti)
Gennaio 2020
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Tutti gli Arretrati


web metrics