Anonymous attacca GoDaddy e oscura milioni di siti

L'operazione sarebbe opera di una persona sola.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-09-2012]

anonymous godaddy

Migliaia, anzi milioni di siti sono diventati irraggiungibili per diverse ore a causa di un attacco portato da un membro del collettivo Anonymous contro il provider GoDaddy.

Responsabile dell'accaduto non è l'intero collettivo, ma l'azione è stata invece rivendicata da una persona sola, che si fa chiamare Anonymous Own3r.

Singoli utenti e aziende per ore hanno avuto difficoltà ad accedere ai propri siti, o ne sono stati completamente impossibilitati: non solo l'hosting ha ceduto, ma anche i DNS, le caselle email, l'assistenza. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1589 voti)
Leggi i commenti
Quanto alle motivazioni, in realtà c'è poca chiarezza: sebbene alla fine dello scorso anno GoDaddy fosse finita nel mirino per il sostegno dato a SOPA, non sembra che ci sia un collegamento con quanto avvenuto in questi giorni.

Tramite il proprio account Twitter, Anonymous Own3r ha fatto sapere di aver portato l'attacco per testare la sicurezza di GoDaddy e per altri motivi di cui al momento non può parlare.

Aggiornamento 12 settembre 9:00

GoDaddy ufficialmente non ammette l'attacco e dà la colpa a dei presunti malfunzionamenti interni, probabilmente per non allarmare troppo i propri clienti. Per tutta risposta, Anonymous Own3r ribadisce su Twitter che ripeterà l'attacco.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

ah, e qui smentiscono chiaramente le voci (infondate) e confermano che non è stato un attacco hacker. link
16-9-2012 10:14

ma non è stato un attacco ddos, al contrario da quanto ha sostenuto l'hacker che ha rivendicato l'attacco. Leggi tutto
14-9-2012 18:35

Veramente non smentisce nulla: semplicemente non specifica da cosa siano stati causati i problemi "interni" ;)
12-9-2012 09:33

GoDaddy, ha confermato che è stato un problema interno, e non un attacco esterno. link
12-9-2012 09:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sim o Wi-Fi?
Con Sim e piano dati attivo.
Con Sim ma senza piano dati.
Ho Sim e piano dati ma uso soprattutto il Wi-Fi.
Solo Wi-Fi.

Mostra i risultati (1516 voti)
Settembre 2022
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 settembre


web metrics