Ecco che cosa vedremo nell'iPhone 5

Display più grande, connettore rinnovato e, forse, un processore quad core tra le novità attese.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-09-2012]

Cosė dovrebbe apparire il retro dell'iPhone 5.

Mancano ormai poche ore al lancio dell'ultimo modello di iPhone, che Tim Cook presenterà questa sera alle 19.00 (ora italiana).

Che cosa dobbiamo dunque aspettarci da Apple? Molti, rimasti delusi dalle poche novità introdotte dall'iPhone 4S, si aspettano qualcosa di rivoluzionario, quell'innovazione che è mancata l'anno scorso.

Le voci e le indiscrezioni in questi mesi non sono mancate. Le prime riguardano innanzitutto il nome che questo modello prenderà: comunemente, infatti, lo si chiama iPhone 5, ma è probabile che ufficialmente si chiamerà semplicemente il nuovo iPhone, esattamente come l'iPad 3 in realtà si chiama semplicemente il nuovo iPad.

Tuttavia, "ripulire" il nome in questo modo potrebbe, a lungo andare, creare confusione negli utenti: infatti, se nel caso dell'iPad Apple contina a vendere soltanto il modello immediatamente precedente insieme a quello corrente, nel caso dell'iPhone l'azienda di Cupertino è abituata a proporre tre modelli.

Quando l'iPhone 5 arriverà sul mercato, molto probabilmente resteranno ancora in vendita sia l'iPhone 4 che l'iPhone 4S; mantenere il numero renderebbe più semplice la distinzione.

Sondaggio
Chi fa la coda fuori dal negozio per acquistare il nuovo iPhone / iPad / iPod il primo giorno č...
Un vero appassionato
Un fanatico
Un iDiota

Mostra i risultati (11902 voti)
Leggi i commenti (55)

Al di là del nome, tuttavia, la maggior parte dell'attenzione si concentra sull'hardware, e in particolare sul display che, sin dal lancio, ha sempre avuto una diagonale lunga 3,5 pollici.

Sono molte le indiscrezioni secondo le quali l'iPhone 5 avrà uno schermo da 4 o da 4,1 pollici, con una risoluzione di 1.136x640 pixel, in grado di far funzionare le app più vecchie su uno schermo più grande senza costringere gli sviluppatori ad aggiornarle.

Si parla inoltre della fusione dello strato dei sensori touch all'interno del pannello LCD (una soluzione analoga a quella adottata da Amazon per il Kindle Fire HD), in modo da ridurre ancora lo spessore del display e migliorare la visibilità.

Un'altra innovazione che dovrebbe trovare posto nel nuovo iPhone è un connettore dock rinnovato (il formato attuale risale al 2003), che dovrebbe consentire una velocità di trasferimento più elevata ed avere dimensioni inferiori, oltre a permettere l'inserimento dello spinotto in entrambi gli orientamenti possibili.

iphone 2012 body leak kitguru
Vecchio e nuovo iPhone a confronto.

L'ultima caratteristica hardware attesa con buona ragione di vederla realizzata è il supporto alla connettività 4G LTE globale (ossia in grado di usare anche le frequenze adoperate per questo standard al di fuori degli USA), ormai sufficientemente diffusa soprattutto negli Stati Uniti.

Dal punto di vista estetico, dopotutto, l'iPhone 5 potrebbe non essere molto diverso dalla versione 4. Forse sarà più sottile e avrà un retro in metallo, ma stando alle voci le differenze saranno minime.

Se le caratteristiche appena elencate hanno buone probabilità di venir svelate questa sera, ci sono altre ipotesi sulle quali regna un'incertezza maggiore.

Per esempio, se ci basiamo sulla storia degli ultimi anni, si può ipotizzare che l'iPhone 5 adotterà una versione migliorata del chip presente nell'ultimo iPad (l'A5X) ma sostanzialmente identica, tuttavia il recente passaggio ai 32 nanometri potrebbe aprire le porte a velocità di clock più elevate, se non addirittura alla presenza di quattro core, senza per questo influire in maniera pesante sulla durata della batteria.

iphone 5 rendering 1 original
Rendering dell'iPhone 5: cosė dovrebbe apparire il nuovo connettore dock.

Per quanto riguarda il Wi-Fi, la memoria interna e la fotocamera, potrebbero non esserci grandi novità: 8 megapixel sono ancora una misura comune per i sensori degli smartphone, così come 16 Gbyte di memoria e il supporto allo standard 802.11n (e non al più nuovo ma ancora in bozza 802.11ac) sembrano sufficienti.

Dal punto di vista software il cammino procede secondo la linea tracciata: il nuovo iPhone adotterà iOS 6, le cui caratteristiche salienti non saranno svelate prima di questa sera, a parte la già nota sparizione di YouTube dalla schermata di default (l'app relativa, creata da Google, è già presente nell'App Store).

Ci sono, infie, alcuni punti sui quali non possiamo fare altro che aspettare che cosa Tim Cook svelerà, ossia la presenza di un chip NFC (su cui Apple sembra lavorare, ma senza una fretta particolare) e la data di rilascio.

Solitamente tra l'annuncio e la disponibilità non passa molto tempo: il venerdì della settimana successiva alla presentazione è il giorno tipicamente scelto da Apple per l'inizio delle vendite, il che farebbe del 21 settembre il candidato ideale. Tuttavia, secondo le voci più recenti questa data sarebbe quella scelta soltanto negli USA: il lancio nel resto del mondo sarebbe stato fissato per il 5 ottobre.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto sei disposto a pagare per l'acquisto di prodotti per la ''casa intelligente'' nei prossimi 12 mesi?
Fino a 150 euro
Fino a 250 euro
Fino a 500 euro
Fino a 1000 euro
Oltre 1000 euro
Non sono sicuro

Mostra i risultati (832 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics