In prova: TDK Wireless Sound Cube

IL TEST DI ZEUS - L'altoparlante portatile che si connette via Bluetooth allo smartphone o al lettore e manda in pensione le docking station.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-11-2012]

TDK Life on Record Wireless Sound Cube

Con il diffondersi degli smartphone e dei lettori musicali, il vecchio stereo - ingombrante, con un posto d'onore nelle case degli audiofili - non ha più quel ruolo centrale di cui poteva vantarsi sino a qualche tempo fa.

Dato che la collezione di musica risiede su un dispositivo portatile, ciò di cui gli utenti più sentono la necessità è un altoparlante di buona qualità tramite il quale riprodurre in casa i propri brani preferiti, preferibilmente senza dover armeggiare con fili e connettori.

A questa esigenza TDK Life On Record risponde con Wireless Sound Cube, un altoparlante portatile e dal design accattivante da connettere ai dispositivi che supportano lo standard Bluetooth 2.1 con EDR, AAC e supporto ad A2DP.

Più versatile di una docking station, Sound Cube - come dice il nome - si caratterizza subito per la forma "cubica" che lo contraddistingue; non si tratta soltanto di un vezzo di desing: TDK afferma di aver studiato questa forma per poter diffondere il suono a 360 gradi nella stanza in cui l'altoparlante si trova.

Realizzato in plastica nera e curato nelle rifiniture, Sound Cube ha un aspetto piacevole alla vista e robusto; ospita quattro altoparlanti full range da 2 pollici, un subwoofer da 5,25 pollici e due altoparlanti passivi da 5,25 pollici.

Dal punto di vista degli ingressi, oltre al già citato supporto alla connettività Bluetooth è presente anche un ingresso ausiliario sotto forma di jack 3,5 millimetri. C'è inoltre una porta USB (da utilizzare unicamente per la ricarica dei lettori) da 2,1 A e, ovviamente, il connettore per l'alimentatore (Sound Cube non è dotato di batteria interna, come invece altri prodotti di TDK).

La gestione di Wireless Sound Cube può avvenire o attraverso il piccolo telecomando fornito in dotazione oppure tramite le due manopole poste nella parte alta della "faccia frontale" del cubo: una è dedicata ad accensione, spegnimento e regolazione del volume; l'altra a gestire tutte le impostazioni.

Il telecomando è piccolo e sottile, ma permette di eseguire tutte le funzioni fondamentali: accensione e spegnimento, scelta della sorgente (ingresso ausiliario o Bluetooth, e in quest'ultimo caso eseguire se necessario l'accoppiamento), regolazione del volume.

Sondaggio
Qual è il prodotto che più ti attira tra questi?
Un lettore di ebook
Uno smartphone di ultima generazione
Un tablet o pad
Un navigatore satellitare
Un lettore Mp3 e/o video (portatile o da salotto)

Mostra i risultati (4574 voti)
Leggi i commenti (4)

È necessario invece avvicinarsi a Sound Cube e adoperare le manopole per regolare altre impostazioni, come la regolazione di bassi e alti e selezionare la direzione del suono.

È infatti possibile impostare l'altoparlante di TDK affinché il suono da esso riprodotto sia omnidirezionale oppure diretto.

La procedura per la regolazione delle varie impostazioni è sufficientemente intuitiva, sebbene forse non esattamente immediata: il piccolo pieghevole allegato è tuttavia molto chiaro nel guidare passo-passo all'esecuzione di ogni operazione, e rapidamente si familiarizza con le procedure.

Sound Cube memorizza l'ultima sorgente Bluetooth con cui è avvenuto il pairing, e la riseleziona ogni volta che viene riacceso; anche il volume viene riportato all'ultimo valore selezionato.

Inoltre, se non viene riprodotto alcun brano e se non c'è alcun dispositivo collegato alla porta USB per la ricarica, l'altoparlante si spegne automaticamente dopo 20 minuti di inattività.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Specifiche tecniche, tabelle e conclusioni

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'amplificatore Bluetooth a candele
Il primo altoparlante wireless alimentato da supercondensatori
In prova: Nodis ND-SB01 Mini sound Box

Commenti all'articolo (4)

non capisco perchè solo Bluetooth e non Wireless 811.x visto che questo tipo di collegamento è possibile , ad esempio, con l'Airport Express di Apple ? C'è forse qualche controindicazione? Circa il prezzo molto dipende dalla qualità degli altoparlanti
3-12-2012 23:02

Prodotto privo di qualsivoglia ragione d'essere: punta alla mobilità ma si alimenta solo tramite cavo, comandi da remoto parziali, non oso poi neanche immaginare come suona... e tutto questo a "soli" € 299??!!??? Scaffale tutta la vita! :toilet:
15-11-2012 16:48

ma no, dai, dice 299 euro... francamente un po' tanto, mi pare ci siano gia' in commercio sistemi wireless a meno Mauro Leggi tutto
14-11-2012 16:02

Prezzo? Tipo di Alimentazione? Una delle recensioni più brutte lette in vita mia. Ti fà venire l'acquolina, ma non ti dà tutte le informazioni necessarie a soddisfarla.
14-11-2012 15:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi più pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual è il più pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2439 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 settembre


web metrics