Il suicidio dell'hacker Swartz e il caso Assange

L'hacker americano Aaron Swartz si suicida. E' la prima vittima del caso Wikileaks.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-01-2013]

aaron swartz

Tutto il mondo della Rete è colpito dal suicidio dell'hacker statunitense Aaron Swartz, 26 anni, uno dei responsabili del progetto Creative Commons.

Si è suicidato mentre la Procura stava per chiedere una pena detentiva molto pesante per aver scaricato abusivamente quattro milioni di articoli contenuti nell'archivio informatico del MIT, il più importante centro di ricerca americano e, forse, del mondo.

Accusato di crimini informatici e arrestato per questo nei mesi scorsi, Swartz era caduto in depressione e si è tolto la vita.

Swartz si può considerare la prima vittima del caso Wikileaks, anche se apparentemente non esiste nessun legame fra la vicenda di Julian Assange, tuttora barricato nell'ambasciata londinese dell'Ecuador.

Se Assange fosse estradato negli USA rischierebbe una condanna pari, se non superiore, a quella di Swartz per aver sottratto file riservati da archivi pubblici Usa, tra cui quelli della CIA e del Pentagono.

Sondaggio
In Germania e in altre nazioni europee il Partito Pirata guadagna consensi, mentre in Italia resta al palo ma spopolano Beppe Grillo e il suo Movimento Cinque Stelle. Sono due movimenti antagonisti e incompatibili?
Sì. In Italia il PP non sfonderà perché i suoi votanti sono già attratti dal M5S. - 52.4%
No. Presto vedremo crescere anche il PP, che meglio può rappresentare gli interessi degli internauti. - 31.4%
Non saprei. - 16.2%
  Voti totali: 1626
 
Leggi i commenti (11)

Anche Bradley Manning, il caporale dell'esercito americano, che è stato una delle talpe di Wikileaks, rischia un'analoga pena; ha pensato spesso al suicidio ma non può compierlo, essendo sorvegliato giorno e notte nel carcere militare in cui è rinchiuso.

Dopo il caso Wikileaks gli Usa, in cui la magistratura inquirente è fortemente dipendente dal potere politico e dal governo, il sistema ha deciso di colpire duro contro gli hacker. Swartz è la prima illustre vittima di questo nuovo corso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Esce a ottobre il film su Julian Assange
Elezioni, Partito Pirata contro Partito Wikileaks

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)


Concordo con Danielix, sia che si sia trattato di omicidio effettivo che di suicidio "indotto"! E, in effetti sono, stupito anch'io dal commento di Gummy poichè mi sembra poco coerente con la maggior parte dei suioi post che ho letto, o forse mi è sfuggito qualcosa, che ne dici Gummy, cosa non ho capito? :?
19-1-2013 11:00

Non mi scassate i coglioni: eroe e martire, punto. :lol: :lol: :lol: Leggi tutto
18-1-2013 01:07

Possibile che si siano ridotti al punto da ricorrere all'omicidio? Ho qualche dubbio. Per quanto sleale, dovrebbe restare comunque una guerra mediatica e giuridica.
17-1-2013 22:35

Perchè un ladro GUADAGNA dalla sottrazione di bene mentre "Robin Hood" no! Un particolare che da essere infame ti tramuta in una figura eroica come "Robin Hood". Se uno rubasse un autotreno di panini per darlo agli affamati di sicuro (e già accaduto, esempio in guerre, carestie e dopo-guerre) nessuno oserebbe... Leggi tutto
17-1-2013 02:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'Università di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
È corretto. Farò meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1191 voti)
Maggio 2020
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Pirateria, la soluzione è sospendere Telegram
Pubblicano vecchie foto delle vacanze: denunciati e multati
Tutti gli Arretrati


web metrics