Giustiziere attacca siti pirata con ripetuti DDoS

Già caduti What.cd, IPtorrents e The Pirate Bay.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-02-2013]

zeiko anonymous

Una serie di attacchi DDoS ha colpito nelle scorse ore diversi tracker BitTorrent, tra cui What.cd, IPTorrents, HDBits e SceneAccess.

L'autore di tutti questi attacchi - che al momento in cui scriviamo sta colpendo anche The Pirate Bay - si fa chiamare Zeiko Anonymous.

Un'occhiata al suo profilo Twitter svela che cosa lo spinga: vi si legge infatti: «Attacchi DDoS giornalieri contro i siti pirata. Seguitemi nel viaggio verso la giustizia. Restate sintonizzati, uccidiamo insieme la pirateria».

Zeiko Anonymous non è una persona sconosciuta a questo genere di attività: nel novembre dello scorso anno aveva minacciato in chat What.cd, asserendo che avrebbe lanciato un attacco DDoS se non gli fosse stato rivolto un invito ad accedere al tracker.

La minaccia non era a vuoto, dato che in seguito What.cd è diventato davvero irraggiungibile a causa di un attacco DDoS; evidentemente a quel punto Zeiko deve averci preso gusto, perché ha esteso l'attacco ad altri siti.

Sondaggio
Dove guardi le tue serie Tv preferite?
Alla TV
Sul PC
Sul tablet
Sullo smartphone

Mostra i risultati (2461 voti)
Leggi i commenti (12)

Ora a quanto pare è tornato, e sta prendendo di mira diversi obiettivi che hanno in comune l'essere attivi nello scambio di file tramite BitTorrent.

Nonostante il nome, Zeiko Anonymous non pare avere nulla a che vedere con il collettivo Anonymous. Al momento non si sa se i suoi attacchi resteranno incidenti isolati o se facciano parte di un piano più ampio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il fondatore di Microsoft ha chiesto all'UE di rendere più difficili gli ingressi in Europa ai migranti africani che cercano di raggiungere il continente attraverso le attuali rotte di passaggio. Sei d'accordo?
Sì.
No.

Mostra i risultati (1941 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 15 agosto


web metrics