Il cimitero virtuale che ci marcia sui defunti

Una torinese scopre che il nome del padre defunto è stato inserito in cimitero virtuale a pagamento e denuncia il Comune per violazione della privacy.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-03-2013]

privacy defunti cimitero torino

Esiste un sito Usa che offre, ovviamente a pagamento, una sorta di cimitero virtuale con lumini e mette a disposizione un grande database con i nomi e le lapidi dei defunti di molti Paesi, fra cui l'Italia.

Una signora torinese ha scoperto che nel database è presente anche il nome del proprio padre, sepolto nel cimitero di Torino, e ha denunciato il Comune di Torino per violazione della privacy.

Il problema è che, per legge, gli elenchi dei defunti sono pubblici in Italia: è un fatto voluto, anche per evitare che qualcuno, con intenzioni non pulite, si appropri dell'identità di un defunto.

Si tratta anche di una garanzia per i familiari che devono sapere in quale cimitero si trovi il proprio familiare defunto, ma anche per amici e conoscenti che vogliano onorarlo, perché il cimitero stesso è un luogo pubblico.

Sondaggio
Che lavoro fai?
Agente di commercio
Operaio
Personale medico
Dirigente - Funzionario
Libero professionista
Forze Armate / Guardia / Vigile
Insegnante
Pensionato
Studente
In cerca di occupazione
Casalinga
Commerciante
Imprenditore
Artigiano
Ecclesiastico
Impiegato

Mostra i risultati (4278 voti)
Leggi i commenti (62)

Diversamente, da qualche tempo anche in Italia è possibile conservare le ceneri di un familiare in un luogo privato come la casa, portarle con sé in un'urna, disperderle nell'ambiente, garantendosi così la massima privacy per sempre.

Il Comune di Torino ha comunque presentato un ricorso al Garante della privacy, anche se più che in discussione la pubblicità degli elenchi è inappropriato l'uso che questo sito ne fa per ricavarci un guadagno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Il social network italiano per ricordare i defunti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

@fuocogreco Questo non ci deve stupire, anzi penso sia assolutamente normale. Il vantaggio del web è che ha un'offerta molto più ampia della televisione e che è più facile evitare la spazzatura - senza per questo rinunciare ad usufruire del mezzo - se lo si vuole, sovente se si vuole evitare la spazzatura in TV l'unica possibilità è... Leggi tutto
14-3-2013 08:11

@Gladiator Ti ringrazio per avermi postato il link che mi convince sempre più che nel web c'è , come nella tv , web " spazzatura ". :shock:
13-3-2013 22:59

@fuocogreco Mi sembra molto probabile che non sia una bufala... segui questo link
13-3-2013 18:50

Scusa, ma tu credi a tutto quello che scrivono sul web? Leggi tutto
13-3-2013 00:41

Non ho parole... è agghiacciante! :shock: :umpf: Leggi tutto
12-3-2013 18:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai dei rimpianti per la tua vita finora?
Avrei voluto vivere la vita secondo le mie inclinazioni e non secondo le aspettative degli altri.
Ho fatto l'amore meno di quanto mi sarebbe piaciuto.
Non avrei voluto lavorare così duramente.
Ho viaggiato meno di quello che avrei voluto.
Avrei voluto avere il coraggio di esprimere di più alcuni miei sentimenti.
Avrei voluto restare di più in contatto con i miei amici e di chi mi ha voluto bene.
Ho guadagnato meno soldi di quanto avrei desiderato.
Avrei voluto consentirmi di essere più felice.

Mostra i risultati (2687 voti)
Gennaio 2020
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Tutti gli Arretrati


web metrics