Ex agente FBI: gli USA registrano tutte le telefonate

Durante un'intervista emerge ciò che molti sospettavano: in America non esistono comunicazioni digitali sicure.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-05-2013]

cnn usa registra telefonate

Qualche giorno fa, la CNN ha intervistato un ex agente dell'FBI che si occupava di antiterrorismo affinché spiegasse in che modo venissero svolte le indagini sull'attentato alla maratona di Boston.

L'ex agente - Tim Clemente - ha iniziato a spiegare come le attività degli investigatori si concentrassero sulle comunicazioni telefoniche di una sospetta, quando si è lasciato sfuggire un'osservazione piuttosto preoccupante: in pratica, gli USA registrerebbero ogni singola telefonata fatta su suolo americano.

L'intervistatrice - Erin Burnett - chiede a Clemente come sia possibile che l'FBI indaghi sulle telefonate passate: dato che non si tratta di registrazioni di una segreteria telefonica, l'unico modo di conoscerne il contenuto - ipotizza Burnett - deve essere farsi dire dagli interlocutori che cosa è stato detto. Non c'è altro modo.

«No» risponde Clemente. «Un modo c'è. Di sicuro abbiamo modi, nelle indagini che riguardano la sicurezza nazionale, di scoprire esattamente ciò che è stato detto in quella conversazione. Non è per forza qualcosa che l'FBI voglia presentare in tribunale, ma potrebbe aiutare nelle indagini o negli interrogatori. Di certo, possiamo scoprirlo».

A quel punto la conduttrice si dimostra comprensibilmente sorpresa e afferma che «La gente dirà che è incredibile». L'ex agente risponde semplicemente: «No, benvenuta in America. Tutta quella roba viene catturata mentre parliamo, che lo sappiamo o no, che ci piaccia o no».

Sondaggio
Cosa ne pensi della richiesta di Berlusconi e del Pdl di mettere un freno alle intercettazioni?
E' sacrosanta! Voglio poter parlare liberamente al telefono! - 8.7%
Si abusa di questo strumento di indagine. Bisognerebbe limitarne l'uso e limitare i costi che ne derivano. - 14.4%
Non faccio nulla di male, per cui non me ne può fregare di meno. - 7.4%
Stanno solo cercando di coprire le loro malefatte. Le intercettazioni devono restare disponibili nella "toolbox" degli investigatori. - 25.9%
Sono dei farabutti. Dovrebbe essere tolta loro ogni copertura e dovrebbero essere costretti ad agire alla luce del sole! Altro che bavaglio e privacy! - 43.6%
  Voti totali: 6901
 
Leggi i commenti (19)

In un'intervista successiva, sempre per la CNN, in cui a Clemente è stato chiesto di precisare le proprie affermazioni, questi ha risposto che - quando diceva «tutta quella roba» - stava parlando di «tutte le comunicazioni digitali nel passato».

In pratica, pare di capire, negli USA nessuna comunicazione digitale è sicura: tutto viene registrato dal governo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Attentato a Boston, il meglio e il peggio di Internet
Google Person Finder cerca i dispersi della Maratona di Boston
La Polizia italiana spia i profili privati su Facebook?
USA, intercettazioni anche senza ordinanza

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Quella riportata nell'articolo è unicamente l'opinione dell'intervistato, ognuno di voi valuterà se riporvi fiducia oppure no.
22-5-2013 09:03

L'acqua calda che puzza di bufala, NO! Grazie. Passami il rosolio. :partyman:
15-5-2013 22:55

Calma a bersi tutte le bufale che si leggono! :pint: Tanto per iniziare c'e' una domanda da porci: Quanta banda e quanto storage ci vorrebbe per registrare TUTTO il traffico digitale degli USA? Tutto il traffico, non il traffico filtrato sulla base di parole chiave, cosa che farebbe Echelon.. Lo chiedo perche' non lo so ma forse... Leggi tutto
15-5-2013 16:51

Visto che tanti scoprono l'acqua calda, allora io.... Scopro l'acqua fredda! :idea: :D Ho vinto un premio? :vittoria:
15-5-2013 13:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Facebook è un gran bel social network, però...
... genera dipendenza e condiziona la mia vita reale.
... mi rende più ansioso o più depresso del solito.
... non c'è nessun "però".
... non lo uso.

Mostra i risultati (2416 voti)
Luglio 2020
Copia sigillata di Super Mario Bros. va all'asta per una cifra da record
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics