Da BitTorrent a YouTube, i responsabili del traffico Internet mondiale

Cala in percentuale il traffico del file sharing mentre cresce quello dello streaming video.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-05-2013]

traffico internet

Qual è l'applicazione, o il servizio, che genera la maggior parte del traffico Internet?

Non troppo tempo fa, con una certa facilità si sarebbe potuto rispondere «BitTorrent!» certi che il sistema di condivisione dei file fosse il responsabile di una gran parte del traffico.

Ultimamente, però, le cose sono cambiate. Come mostra l'ultimo rapporto stilato da Sandvine, l'avanzata dello streaming video (YouTube, Netflix e via di seguito) ha rapidamente assunto la preminenza, facendo scendere l'importanza di BitTorrent.

Limitando lo sguardo ai soli Stati Uniti, BitTorrent ormai costituisce appena il 9,2% del traffico totale nelle ore di massima attività; l'anno scorso era all'11,3%, ed era già in calo.

Tuttavia, guardando nel dettaglio le statistiche si nota che ciò non si traduce in un automatico disinteresse degli utenti verso BitTorrent: anzi, in termine di volume di dati scambiato, il suo uso è in crescita.

Sondaggio
Annunci come quello di NVIDIA sull'appliance GRID per il Cloud gaming suggeriscono che il fenomeno stia acquisendo rilevanza, ma storie di insuccesso come OnLive sembrano indicare mancanza di trazione tra gli utenti. Hai qualche esperienza in merito?
Sì, e sono stato soddisfatto
Sì, ma sono rimasto deluso
No, ma penso che possa avere successo
No, e fallirà perché ci sono alternative più interessanti per videogiocare

Mostra i risultati (173 voti)
Leggi i commenti (2)

Nel corso del 2012, infatti, il traffico medio in Internet su linea fissa è cresciuto del 50%, il che in realtà significa che l'uso di BitTorrent è aumentato.

Allo stato attuale, BitTorrent è tra i protagonisti del traffico in upstream con il 34,81% del totale, laddove in downstream in prima posizione c'è prevedibilmente il servizio di streaming video Netflix.

sandvine 2012

Anche al di fuori degli USA l'utilizzo di BitTorrent resta alto: in Europa ammonta al 17,4% del traffico totale, mentre il Asia arriva al 21,6%.

Dando infine un'ulteriore occhiata al rapporto di Sandvine, si evince come il traffico SSL e VPN sia aumentato nell'ultimo anno, e nell'America del Nord sia addirittura raddoppiato; ciò è probabilmente dovuto alla maggiore attenzione per la privacy e la sicurezza personale da parte degli utenti dei sistemi di file sharing, BitTorrent in testa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Torrent lento? Colpa delle botnet, disponibile fix
Una VPN per superare i firewall cinesi
Governo australiano finanzia serie Tv distribuita via Torrent
Traffico Torrent aumenta in Europa, scende in America
Torrent su tablet o smartphone? Facile con Streamza
BitTorrent e il dilemma del pirata
BitTorrent Sync, l'alternativa sicura a DropBox
The Pirate Bay torna in vetta, i cyberlocker collassano
BitTorrent Live apre al webcasting in tempo reale
I dieci siti di torrent più popolari

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i principali ostacoli che ti frenano nell'acquisto di prodotti per una smart home?
Non ne capisco molto di prodotti per la domotica.
Semplicemente non sono interessato a comprare prodotti per la domotica.
Non vedo molti benefici dai prodotti per la domotica.
I prodotti per la domotica sono troppo costosi.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica in negozio.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica online.

Mostra i risultati (1016 voti)
Settembre 2020
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Tutti gli Arretrati


web metrics