Niente BlackBerry 10 per i Playbook

I tablet canadesi non riceveranno l'aggiornamento del sistema operativo: dopotutto, secondo il CEO entro cinque anni saranno tutti obsoleti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-07-2013]

Blackberry Playbook niente OS 10

Il BlackBerry Playbook, il tablet prodotto dall'azienda canadese nota fino a poco tempo fa come RIM, non ha mai incontrato un favore eccezionale da parte degli utenti.

L'ecosistema inizialmente chiuso - poi allargato alle app Android - e la necessità di avere uno smartphone BlackBerry per sfruttare la connessione mobile hanno spinto molti potenziali utenti a orientarsi verso altri prodotti.

Quanti invece sono rimasti fedeli all'azienda di Waterloo speravano però che BlackBerry non li abbandonasse ma mostrasse loro che avevano fatto la scelta giusta con il rilascio del sistema operativo BlackBerry 10 - quello montato sugli smartphone di ultima generazione - anche per il Playbook.

Tali speranze avevano ricevuto persino una timida conferma lo scorso febbraio, quando un dirigente di BlackBerry aveva affermato che i lavori erano in corso. Non troppo tempo dopo, il CEO Thorsten Heins aveva dichiarato pubblicamente tutto il proprio disprezzo per i tablet, affermando che sarebbero stati obsoleti entro cinque anni.

Tale dichiarazione aveva raggelato un po' gli utenti di Playbook, e infatti ora arriva l'ultimo chiodo sulla bara dei tablet canadesi: Heins in persona ha fatto sapere che non ci sarà alcun aggiornamento a BlackBerry 10.

Sondaggio
Come sarà il prossimo Pc che acquisterai?
Un desktop
Un notebook
Un netbook
Un tablet

Mostra i risultati (5872 voti)
Leggi i commenti (17)

Pare che la scarsa soddisfazione comunicata all'azienda dagli utenti del Playbook abbia convinto la dirigenza che è inutile spendere risorse cercando di migliorare un prodotto che ha una prospettiva di vita così scarsa (sulla base, per l'appunto, delle previsioni di Heins) e nessuna o quasi nessuna speranza di conquistare nuove fette di mercato.

Se a ciò si aggiunge il quadro finanziario tutt'altro che roseo - BlackBerry ha appena reso pubblica una perdita netta di 84 milioni di dollari, con conseguenze crollo del titolo in Borsa - si può comprendere la decisione del CEO di abbandonare il settore e concentrarsi sugli smartphone dove c'è ancora qualche speranza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
BlackBerry mette al sicuro i dati su Android e iPhone
Windows Phone sorpassa Blackberry, Android sempre in testa
Q5, il BlackBerry low cost
Playbook OS 2.0 supporta le app per Android

Commenti all'articolo (3)


Già, nel mondo attuale l'obsolescenza dei dispositivi tecnologici si misura in mesi e non in anni quindi, seguendo la logica del CEO di RIM, non si dovrebbe investire in alcun dispositivo... :shock: Se, invece, intendeva dire che i tablet in generale saranno obsoleti tra cinque anni, questo potrebbe anche essere anche se io ne dubito... Leggi tutto
7-7-2013 10:50

Anche i nuovi BlackBerry tra 5 anni (facciamo 12 mesi, va') saranno obsoleti. Perché dunque dovrei comprarli, caro CEO? Leggi tutto
2-7-2013 17:00

I mirtilli sono alla frutta. Con una risposta simile non mi stupirei se gran parte dei pochi clienti rimasti li abbandonassero definitivamente.
2-7-2013 12:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerà realtà per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietà degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirà le password: conoscerà le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identità.
Smart City: le città faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1265 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 settembre


web metrics