La batteria del cellulare che dura settimane

Grazie alle memorie RRAM lo smartphone raggiunge un'autonomia finora impensabile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-08-2013]

batteria dura settimane

Se oggi la durata della batteria del cellulare è un problema - specialmente per i molti che adoperano uno smartphone - domani tutto ciò sarà solo un ricordo.

La soluzione non proviene da un nuovo tipo di batterie ma da un nuovo tipo di memoria, chiamato RRAM - Resistive Random Access Memory - e sviluppato dalla startup Crossbar. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Che cos'è che valuti maggiormente quando acquisti uno smartphone?
La dimensione dello schermo
Il processore
La durata della batteria
Il prezzo
La velocità di connessione

Mostra i risultati (3893 voti)
Leggi i commenti (15)
Lo scopo della RRAM è sostituire le attuali memorie NAND Flash, rispetto alle quali offre maggiore capienza, maggiore velocità di accesso, maggiore durata e un consumo di energia decisamente inferiore.

Ogni chip contiene 1 Tbyte di dati, accede ai dati 20 volte più velocemente rispetto alle memorie flash attuali e consuma 20 volte meno energia durante le operazioni di scrittura e lettura.

crossbar rram struttura

Il segreto sta nel progetto alla base delle RRAM, composte da strati sovrapposti di barre di materiale conduttore disposte a croce, su un wafer di silicio.

Riuscire a realizzare memorie che consumano molto meno significa saccheggiare molto meno le riserve di energia della batteria, che quindi può durare più a lungo: giorni, se non addirittura settimane, considerati anche i progressi che si stanno facendo sul altri fronti per quanto riguarda l'efficienza.

Prima che le RRAM arrivino sul mercato servirà tuttavia ancora del tempo: il loro lancio è al momento fissato per il 2015.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La batteria ricaricabile low cost del MIT
E le batterie diventeranno obsolete!
Apple, un brevetto per aumentare l'autonomia dell'iPhone
Quando l'energia è sotto i tacchi
La batteria che dura tre mesi
La batteria più piccola del mondo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Scusate, volevo dire per Zero, se puoi chiarire meglio,grazie
20-3-2014 20:17

Per Nino: non mi è chiaro, puoi ripetere per favore? Grazie,
20-3-2014 16:21

Si tratta sicuramente di memorie con caratteristiche molto interessanti ma di qui a dire che moltiplicheranno di diverse volte la durata delle batterie degli smartphone mi sembra che ce ne passi. Mi pare che i componenti più affamati di energia in uno smartphone siano il display e i moduli che lo mantengono sempre connesso (WiFi e rete... Leggi tutto
31-8-2013 15:00

Le radio a galena funzionavano così. Del resto, è da tempo che il Telepass usa lo stesso principio.
25-8-2013 14:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa pensi dei siti che conoscono la tua ubicazione e che ti mostrano annunci pubblicitari in base ai siti Internet che visiti o alla cronologia delle tue ricerche?
Mi piace! È molto comodo
Non mi piace molto questo meccanismo ma Internet funziona così
Utilizzo opzioni specifiche del browser per salvaguardare la mia privacy e per evitare che i miei movimenti vengano controllati
Ho installato una speciale applicazione o un plug-in per evitare che i siti Internet ottengano la mia cronologia di navigazione e le mie ricerche
È una questione che non mi ha mai interessato

Mostra i risultati (1912 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics