Nel call center vietato l'uso delle infradito

Due operatrici dell'Eos Comdata di Sestu (Cagliari) non sono state accettate sul lavoro perché portavano scarpe aperte.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-09-2013]

infradito comdata

Nel call center Eos Comdata di Sestu (Cagliari) due operatrici sono state respinte dai responsabili aziendali.

La motivazione? Indossavano sandali aperti e contravvenivano quindi a una recente circolare aziendale che proibiva di recarsi al lavoro indossando scarpe infradito. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (3559 voti)
Leggi i commenti (15)
Lo denuncia in un comunicato di protesta la RSU del call center: come è noto il lavoro delle operatrici si svolge solo attraverso l'uso della voce e non sono previste videotelefonate che inquadrino le estremità dei dipendenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)


In generale concordo con la direttiva dell'azienda, quello che non condivido la motivazione, sarebbe certamente pi valida e credibile la motivazione della sicurezza anche per l'esempio citato da gomez.
7-9-2013 16:08

Avranno ritenuto che quella motivazione fosse sufficente, ma rimane il rischio di danni girando con ciabatte da spiaggia in un ufficio con mobili, computer, sedie, cavi e spazi ristretti (mai visto dal vivo un call center? ci sono pollai pi spaziosi...). Mauro Leggi tutto
7-9-2013 08:58

per nel comunicato l'azienda non ha fatto accenni a questioni di sicurezza ma di estetica.
7-9-2013 08:47

Ovvio, se le dita dei piedi sono scoperte possono ferirsi urtando un qualunque arredo o spigolo, credo sia successo a tutti, ma se ti capita in casa tua son fatti tuoi, se ti fai male nella mia azienda poi finisco io in tribunale a spiegare che non colpa dei miei arredi, dei miei scalini, o comunque di una mia negligenza. In ogni... Leggi tutto
6-9-2013 19:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la pi grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si l da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (955 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics