Google smentisce coinvolgimento in datagate e annuncia più crittografia

L'azienda nega di aver ceduto alle pressioni della NSA e promette nuove misure di sicurezza per proteggere i dati degli utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-09-2013]

M google datagate crittografia

Da qualche tempo in qua, Google si trova in una posizione scomoda: chiamata in causa per le vicende del datagate come una delle aziende che avrebbero lasciato libero accesso ai dati degli utenti da parte della NSA, si trova a dover riguadagnare la fiducia di molti utenti.

Ha così deciso di muoversi su due fronti, e per annunciare i propri piani ha parlato con il Washington Post per bocca di Eric Gross, che ricopre la carica di vicepresidente per la sicurezza di Google.

Gross è chiarissimo su un punto: Google non ha mai permesso a chicchessia di accedere ai server, né ha mai reso di proposito più deboli i sistemi crittografici usati per proteggere i dati.

«È una questione di onore personale. Qui non succede» ha dichiarato Gross.

Dato che però le rassicurazioni non bastano a tranquillizzare gli utenti, Gross ha anche annunciato che l'azienda ha deciso di accelerare i piani per adottare una crittografia più efficace.

Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1528 voti)
Leggi i commenti

Il vicepresidente non ha voluto scendere nei dettagli ma ha fatto sapere che le comunicazioni tra i diversi servizi, che spesso non sono crittografate, ora lo saranno.

Quando si usano i servizi di Google, le informazioni vengono salvati in più datacenter connessi in fibra ottica: le comunicazioni tra essi saranno ora protette da «robusti sistemi crittografici».

Dal punto di vista di Google, quella per proteggere i dati degli utenti da quanti vorrebbero accedervi «è una corsa agli armamenti. E le agenzie governative sono tra i giocatori più abili».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
NSA: Google e Facebook sapevano tutto
Google cripta le ricerche: più privacy per gli utenti
La spia che tieni in tasca: il tuo cellulare
Apple e datagate: 60 richieste dall'Italia
Datagate, spiato anche il governo italiano
USA, così il governo spia gli utenti di Facebook, Google e Microsoft

Commenti all'articolo (2)


{dasalan}
Questa dei sistemi crittografici migliori è un bello specchietto per le allodole (cioè noi...). La prima cosa che mi viene da pensare è come mai i dati che viaggiano fra le farm non sono crittati da sempre. La seconda, molto più evidente ed importante è che l'NSA è un ente governativo.... Leggi tutto
15-9-2013 18:47

Su questo sono d'accordo, resta da vedere quanto Google è disposta a spendere per questa corsa e se vuole o può realmente farlo, non credo che NSA e le altre agenzie governative USA, se trovano sistemi di protezione migliori, chiedano per favore di accedere ai dati se lo ritengono indispensabile... Leggi tutto
15-9-2013 14:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dove e come sei solito vedere i film?
Al cinema.
A casa, quelli trasmessi in Tv.
A casa, sul Pc.
A casa, con un lettore multimediale.
Ovunque, sul cellulare (oppure iPad / iPod / lettore Mp3)

Mostra i risultati (3429 voti)
Ottobre 2020
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Tutti gli Arretrati


web metrics