Il vetro più sottile del mondo è spesso solo due atomi

Scoperto per caso, troverà impiego nella realizzazione di transistor e pannelli solari microscopici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-09-2013]

vetro due atomi

A volte le scoperte interessanti avvengono per puro caso, mentre si sta facendo tutt'altro.

È il caso, per esempio, di quello che è già entrato nel Guinnes dei Primati come il vetro più sottile del mondo, e non senza motivo: è spesso appena due atomi.

La sua creazione si deve a ricercatori americani della Cornell University e tedeschi dell'Università di Ulm che stavano lavorando alla creazione in laboratorio del grafene.

A un certo punto, controllando il materiale classificato come impurità - e pertanto da rimuovere per ottenere grafene puro - si sono accorti che si trattava di vetro, un sottilissimo strato di vetro composto da atomi di silicio e di ossigeno.

Si pensa che sia stato creato "per errore" da una reazione tra i fogli di rame utilizzati per produrre il grafene, il quarzo della fornace e dell'aria che si è introdotta.

La scoperta è particolarmente significativa poiché, come spiega David Muller della Cornell University, «è la prima volta che qualcuno è riuscito a osservare la disposizione degli atomi nel vetro». Muller peraltro aggiunge: «Quando guarderò indietro alla mia carriera questo sarà il lavoro di cui andrò più orgoglioso».

Sondaggio
La società di consulenza McKinsey ha individuato 12 tecnologie "dirompenti", capaci di dare una spinta all'economia, migliorando produttività, favorendo i consumi e trasformando completamente la vita quotidiana. Quale sarà la più importante?
Internet Mobile
Software in grado di prendere decisioni autonome
Internet delle cose
Tecnologia cloud
Robotica avanzata
Auto che si guidano da sole
Genomica di nuova generazione
Batterie di nuova concezione
Stampa 3D
Materiali evoluti (grafene ecc.)
Metodi avanzati per trovare ed estrarre gas e petrolio
Energie rinnovabili

Mostra i risultati (3009 voti)
Leggi i commenti (32)

«Un mio studente» - continua il professore - «l'ha messo nel microscopio, ed eravamo sempre più meravigliati. Era come un disegno della struttura del vetro su un libro per studenti. Eravamo stupefatti».

«Il vetro normale è spesso milioni e milioni di atomi, così se si cerca di osservarlo si vede solo una gran confusione: ci sono atomi dappertutto. Ma questo è così sottile che nessuno degli atomi si sovrappone a un altro» conclude Muller, spiegando che questo vetro «Si può rompere, ma è molto più flessibile del vetro normale. Lo si può piegare molto senza spezzarlo, anche se alla fine si romperà».

A questo punto ci si chiede a che cosa possa servire un vetro tanto sottile. Le idee non mancano: insieme al grafene potrebbe trovare impieghi in nanotecnologia o per la realizzazione di transistor o pannelli solari di dimensioni microscopiche.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La batteria al grafene che ricarica l'auto in pochi minuti
La stampante 3D per modellare il grafene
Carbyne, più resistente del grafene (e del diamante)
Graphene Aerogel, il materiale più leggero del mondo
65 anni di transistor
Il grafene delle Olimpiadi
Goldrake e Jeeg Robot oggi sarebbero di grafene, non di acciaio

Commenti all'articolo (2)


Vi segnalo una piccola svista nell'articolo: Vetro profumato: la nuova frontiera delle finestre. :lol: :wink: Leggi tutto
17-9-2013 20:39

{sbobozzo}
Non voglio nemmeno immaginare quanto sia tagliente questo vetro...
17-9-2013 19:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Controlli su Facebook le tue (o i tuoi) ex?
No, non ci penso proprio.
A volte guardo il loro profilo o i loro gli aggiornamenti di stato.
Sì, controllo ogni loro mossa.
Le ex (o gli ex) in genere non sono miei amici di Facebook.
Ma quale Facebook! Io uso Twitter (o Google+ o altro social media).

Mostra i risultati (1804 voti)
Gennaio 2022
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 gennaio


web metrics