Il Facebook della Corea del Nord

È inaccessibile dall'esterno, e dall'interno non si può accedere a Internet. Una sorta di bacheca intranet che rende orgogliosi i propri utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-09-2013]

facebook nordcoreano

La Corea del Nord non è certo il Paese più connesso la mondo.

La maggior parte dei suoi abitanti non ha accesso a Internet, e la rete 3G per i cellulari è utilizzata soltanto dagli stranieri.

Ciononostante, ha Facebook. O meglio, una specie di Facebook: un social network "autarchico" sviluppato appositamente per l'uso interno.

Se il Facebook nordcoreano possiede un nome, non è dato conoscerlo; se siamo a conoscenza della sua esistenza è perché Jean lee, della Associated Press, ha potuto darvi una veloce occhiata.

Lee è a capo dell'ufficio nordcoreano della AP ed è l'unico giornalista americano a poter accedere con regolarità alla Corea del Nord; è riuscito a catturare qualche screenshot e a pubblicarlo su Twitter.

Ciò che appare è una sorta di bacheca intranet adoperata per lo più da studenti universitari e professori, soprattutto per farsi gli auguri di buon compleanno.

Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni più opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunità di lavoro.
Serve a comunicare la qualità di saper lavorare in team.
E' un'opportunità che sfruttano soprattutto i più giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (861 voti)
Leggi i commenti (13)

Peraltro, pare che i nordcoreani siano sostanzialmente orgogliosi della loro intranet.

Già nel 2011 Ramesh Srinivasan dichiarava al Washington Post: «La Corea del Nord è un Paese unico al mondo perché praticamente ogni computer o tecnologia che possa essere adoperata per applicazioni legate ai social media è regolamentata dal governo. L'approccio nordcoreano alla censura copre tutto, sino all'hardware».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)


Va detto che la Corea del Nord si accede normalmente ad internet nelle grandi città (meglio che in Italia)e la connessione 3g da anni che è consentita al normale cittadino. I dati detti dall'articolo sono vecchi perchè prima dovevano mettere in piedi un sistema di spionaggio di internet efficente. Però facebook "scappava"... Leggi tutto
24-9-2013 15:04

Evviva! Veramente un gran bel paese! E si stimano... :roll: Leggi tutto
23-9-2013 19:11

Chissà perché, ma in effetti FB dopo aver fatto gli auguri ha ben poca utilità residua. Anche (e forse *specialmente*) in tutto il resto del mondo. :djparty:
23-9-2013 13:01

Chissà per quale motivo la cosa non mi stupisce... Leggi tutto
23-9-2013 07:59

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2240 voti)
Aprile 2020
Violata Email.it: sottratti dati di 600.000 utenti, password comprese
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Tutti gli Arretrati


web metrics