Facebook, un pericolo per i pasticceri

La Confederazione dell'Artigianato contesta la concorrenza sleale che i privati fanno alle pasticcerie tramite il social network.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-10-2013]

facebook concorrenza pasticceri

L'associazione degli artigiani CNA del Piemonte Nord raccogliendo la protesta dei propri associati titolari di pasticcerie, sta mettendo in guardia i consumatori verso gli acquisti su Facebook e sui blog.

Si sta sempre più diffondendo infatti la pratica di vendere dolci e torte da parte di privati tramite siti personali e sul social network, praticando prezzi molto più bassi rispetto alle rivendite offline.

Spiega la CNA: «Le pasticcerie, così come tutte le imprese del settore alimentare, devono attenersi a normative molto rigide di tutela dell'igiene nella lavorazione e nella conservazione dei prodotti e sono continuamente poste sotto il controllo dell'autorità sanitaria». L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2363 voti)
Leggi i commenti (10)
«Così come tutte le imprese artigiane e le piccole imprese devono ottenere specifiche autorizzazioni per poter operare, dimostrando la propria capacità professionale, e devono documentare e pagare le tasse sul reddito prodotto e rispettare la normativa sull'ambiente e la sicurezza» continua l'associazione.

«È ovvio che una persona che fa torte a casa sua e poi le vende può applicare dei prezzi notevolmente più bassi, praticando quindi una forma di concorrenza sleale. È anche vero però che sfugge a ogni tipo di controllo igienico - sanitario su ciò che fa e sulle condizioni del luogo dove opera, oltre a eludere totalmente il fisco, a danno di chi le tasse le paga regolarmente» conclude la CNA.

Secondo voi le osservazioni della CNA sono condivisibili?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)


Davvero tu credi che un PC portatile venduto da un negozio a 600 euro il negoziante lo paghi 200 euro? Leggi tutto
2-11-2013 14:36

Io non ne sarei così sicuro: mantenere un negozio costa ed a differenza del comune cittadino, un pasticcere (almeno in teoria) ha dei costi per la preparazione e l'aggiornamento professionale oltre alla necessità di ricavare dei soldi dalla propria manodopera. Se la casalinga può permettersi di passare 4 ore ai fornelli per preparare... Leggi tutto
1-11-2013 12:14

Ovviamente, sono pienamente d'accordo anche su questo. :wink: Leggi tutto
30-10-2013 00:16

Bel paragone, complimenti ;) Leggi tutto
29-10-2013 16:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto spendi di elettricità ogni mese?
Meno di 30 euro
Tra 30 e 50 euro
Tra 50 e 75 euro
Tra 75 e 100 euro
Tra 100 e 150 euro
Più di 150 euro

Mostra i risultati (2818 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 13 agosto


web metrics