eChirp, il network segreto dell'intelligence americana

I servizi USA di intelligence dispongono di un'Internet segreta e sicura per scambiarsi informazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-11-2013]

echirps logo

Pubblicare qualcosa in Internet - si sa - significa rinunciare per sempre alla sua segretezza: tutto ciò che approda in un computer connesso in Rete, non importa quanto protetto, prima o poi diventerà pubblico.

I servizi americani di intelligence lo sanno bene e così sin dal 1994, e dunque dagli albori del World Wide Web, dispongono di una rete alternativa a Internet e, finora, segreta. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è la politica della tua azienda nei confronti dei dispositivi mobili dei dipendenti? Bring Your Own Device oppure Corporate Owned, Personally Enabled?
BYOD
COPE
Non c'è una policy dominante, dipende dagli utenti
Non lo so
Non lavoro in un'azienda

Mostra i risultati (879 voti)
Leggi i commenti (6)
Realizzata dalla US Intelligence Community, questa rete fornisce diversi servizi che in molti casi riproducono quelli di popolari piattaforme.

Per esempio, tra i servizi offerti da Intelink (un insieme di servizi creato dalla USIC) c'è eChirp, il Twitter dei servizi segreti americani.

Proprio come il fratello pubblico permette di pubblicare brevi messaggi; nel 2010 - stando a quanto rivelato dal Washington Post, che ha portato alla luce l'intera vicenda - vantava 11.569 utenti e 99.723 chirps (l'equivalente dei tweet).

eChirp non è nato per permettere ai funzionari delle 17 agenzie che formano l'USIC di spettegolare in tranquillità; la sua creazione, piuttosto recente, risale alle sommosse in Libia, quando gli USA si resero conto che Twitter era più informato di quanto lo fosse l'amministrazione americana.

echirps membri
Le organizzazioni che accedono all'Internet segreta

Nacque così eChirp, grazie al quale ora i membri delle agenzie possono vedere i tweet di Twitter senza apparire sul social network e scambiarsi i commenti sulle notizie più importanti.

La rete segreta dell'USIC è però molto più ampia: comprende anche app cloni di quelle più diffuse destinate agli smartphone degli agenti, che avranno così un aspetto assolutamente normali ma utilizzeranno software sicuri.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Gmail, la posta elettronica più amata dai terroristi
I servizi segreti italiani assumono gli hacker
USA, così il governo spia gli utenti di Facebook, Google e Microsoft
Primo ministro Nuova Zelanda chiede scusa a Kim Dotcom
Wikileaks pubblica 5 milioni di email di intelligence

Commenti all'articolo (2)

Forse, dovremmo sostituire la vecchia internet con quella ad alta sicurezza. :lol:
14-11-2013 20:20

Non capisco dov'è la notizia, è da tempo (se non ricordo male già dal 1996) che si sapeva che le agenzie di sicurezza avevano una propria "internet" dedicata. Che ci vogliano far sapere che esistono i pettegolezzi anche sulle reti "segrete" :)
7-11-2013 07:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'auto che si guida da sola... (completa la frase)
ci permetterà di sfruttare il tempo perso guidando, magari in coda.
ci toglierà l'ultimo brandello di privacy.
ci farà viaggiare più sicuri.
ci esporrà a nuovi pericoli, dovuti ai bug o agli attacchi degli hacker.
ci consentirà di ridurre l'inquinamento.
ci priverà dell'autonomia.
sarà accettabile solo se ci permetterà sempre di scegliere la guida manuale.
sarà sicura solo se non permetterà mai la guida manuale.

Mostra i risultati (5899 voti)
Maggio 2021
WhatsApp, funzionalità ridotte se non si vogliono regalare i dati a Facebook
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Aprile 2021
Office manda in pensione Calibri: quale nuovo font preferite?
Windows 10, arriva l'Eco Mode per far tornare scattante il Pc
Microsoft pronta a lanciare Cloud PC, il desktop in streaming
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 14 maggio


web metrics