Tablet in aereo, l'Europa dà il via libera

Si potranno usare i dispositivi elettronici anche nelle fasi di decollo e atterraggio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-11-2013]

M tablet aereo

Qualche settimana fa era stata la FAA a dare il via libera all'utilizzo degli apparecchi elettronici in aereo anche durante decollo e atterraggio; ora tocca alla sua omologa europea.

L'EASA ha infatti fatto sapere che entro la fine di questo mese verrà pubblicata la versione rivista della normativa che regola l'utilizzo dei dispositivi elettronici.

Attualmente il loro uso è vietato durante le fasi di rullaggio, decollo e atterraggio; una volta che le nuove norme saranno entrate in vigore, tali limitazioni spariranno, anche se non del tutto.

Si potranno adoperare tablet, smartphone, lettori di e-book e lettori musicali anche nelle fasi del volo in cui sinora era proibito, a patto che i dispositivi in grado di trasmettere siano impostati in modalità aereo (accorgimento da seguire, peraltro, durante l'intero viaggio).

Permane il divieto invece di adoperare notebook e altri dispositivi ingombranti durante quelle tre fasi: dovranno restare negli appositi alloggiamenti e potranno essere estratti soltanto una volta raggiunta la quota.

Sondaggio
L'EASA e la FAA hanno dato il via libera all'uso di tablet, cellulari e dispositivi elettronici in generale in aereo anche durante decollo e atterraggio. Secondo te...
...era ora: il divieto era ormai diventato un anacronismo da abolire.
...avrebbero dovuto mantenere il divieto: la sicurezza val bene qualche minuto di rinuncia al tablet.
...dovrebbero fare di più e liberalizzare anche la possibilità di telefonare.

Mostra i risultati (1393 voti)
Leggi i commenti (5)

L'utilizzo delle reti Wi-Fi resta possibile in base a quanto offerto dalle diverse compagnie aeree, mentre per quanto riguarda la possibilità di effettuare chiamate in volo c'è ancora del lavoro da fare: l'Agenzia sta studiando le modalità con le quali consentirle, in modo da non compromettere la sicurezza.

Anche senza le telefonate, la nuova normativa è stata salutata come «un passo avanti importante per aumentare la libertà di utilizzare i propri dispositivi personali a bordo degli aerei senza compromettere la sicurezza» da Patrick Ky, direttore esecutivo dell'EASA.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Sacrosante parole, ma difficili da mettere in pratica. Forse per questo aspetto è meglio lasciare ancora le cose come stanno oggi. Leggi tutto
16-11-2013 18:06

Era ora! Già alcune compagnie (estere) lo permettono, se adesso diventerà norma europea c'è speranza che tale libertà venga estesa a tutti i voli. Per quanto riguarda la presunta possibilità che i cellulari, se usati per chiamare, interferiscano in volo, ho ancora seri dubbi... In questo caso non parlo da ingegnere elettronico (non sono... Leggi tutto
15-11-2013 15:29

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2586 voti)
Giugno 2022
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 giugno


web metrics